28 gennaio 2020
Aggiornato 12:00
Prosegue il confronto tra Regione e organizzazioni di categoria

Pescaturismo e ittiturismo, presto il decreto di regolamentazione

Questa mattina l'assessore dell'Agricoltura, Francesco Foddis, ha incontrato i rappresentanti di Legapesca, Unci, Agci-Agrital, Federcoopesca e Associazione armatori

Prosegue il confronto tra Regione e organizzazioni di categoria sulla disciplina delle attività di pescaturismo e ittiturismo. Questa mattina l'assessore dell'Agricoltura, Francesco Foddis, ha incontrato i rappresentanti di Legapesca, Unci, Agci-Agrital, Federcoopesca e Associazione armatori per fare il punto e discutere sulle norme che caratterizzeranno il prossimo decreto assessoriale di regolamentazione. Un provvedimento che dovrà essere coerente con gli orientamenti comunitari, nazionali e regionali esistenti, in particolare con quanto già previsto dal Fep (Fondo europeo per la pesca) e dalla legge regionale 3 del 2006.

L'assessore Foddis ha convocato le associazioni per trovare convergenza di vedute e obiettivi su due attività funzionali allo sviluppo del territorio e costiero, volano dello sviluppo sostenibile e garanzia dello sfruttamento razionale delle risorse. «Pescaturismo e ittiturismo, inoltre, - ha precisato l'assessore - danno l'opportunità agli operatori del comparto pesca, che oggi vive un momento di difficoltà e transizione, di integrare il reddito, di rafforzare la loro identità, di promuovere la riscoperta delle tradizioni locali e la conoscenza dei prodotti tipici.

Tutte specialità che rientrano nel più ampio concetto di multifunzionalità, già presente in agricoltura. Ecco perché è necessario al più presto regolamentare le due attività, coinvolgendo in prima persona i rappresentanti del settore e, successivamente, l'Anci per le amministrazioni comunali dove le attività andranno ad operare».

In particolare, Foddis ha elencato alcuni punti fermi che dovranno essere definiti prima della stesura del decreto: la ricettività, la qualità dei prodotti e del servizio, la definizione di prevalenza dell'attività principale di pesca rispetto a ittiturismo e pescaturismo, il concetto di disponibilità dei locali. L'assessore ha poi precisato che prima della sua scrittura, il provvedimento vedrà un passaggio collegiale in Giunta regionale, con apposita delibera, con l'obiettivo di coinvolgere gli altri esponenti dell'esecutivo con competenze su queste tematiche.