16 ottobre 2021
Aggiornato 11:30
Difesa del Made in Italy

WTO, Coldiretti: «Bene iniziativa Italia su indicazioni geografiche»

Fatto importante in linea con quanto già sostenuto dalla Coldiretti che ha chiesto “risposte chiare ed inequivocabili”

La firma da parte di 12 Paesi dell’Unione europea, su iniziativa della delegazione italiana, di una lettera indirizzata ai Commissari europei al Commercio Peter Mandelson e all’Agricoltura Mariann Fischer Boel per reagire, sia nelle sedi istituzionali che attraverso una opportuna informazione, alle affermazioni statunitensi contro una efficace protezione delle Indicazioni Geografiche a livello internazionale, è un fatto importante e in linea con quanto già sostenuto dalla Coldiretti che ha chiesto «risposte chiare ed inequivocabili» alle dichiarazioni del rappresentante al commercio americano Susan Schwab.

I 12 Paesi firmatari, Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Malta, Cipro, Polonia, Bulgaria, Romania, Ungheria e Irlanda – rileva la Coldiretti - rappresentano oltre il 70% del valore aggiunto della produzione agricola europea e circa il 63% del totale di quest’ultima. Si tratta, inoltre, dell’intero blocco dei Paesi del Mediterraneo che costituiscono più del 70% dei prodotti di qualità legati al territorio e dei principali nuovi Stati membri dell’Est che da soli rappresentano quasi il 50% degli occupati in agricoltura nell’UE.

Sono numeri – conclude la Coldiretti – che dimostrano l’importanza per l’agricoltura europea dei Paesi firmatari e per tale motivo le loro istanze non possono essere assolutamente disattese.