21 marzo 2019
Aggiornato 00:00
Gusto

Dolci di Natale: 5 tradizioni dal mondo

In occasione delle festività natalizie i cuochi di «Gnammo», la community italiana più numerosa di social eating, propongono 5 dolci tradizionali provenienti da varie parti del mondo

Dolci di Natale, tradizioni dal mondo
Dolci di Natale, tradizioni dal mondo

Ancora indecisi sul dolce da servire per il pranzo di Natale o per il cenone di Capodanno? Per chi ama viaggiare anche con le papille gustative e vuole osare lasciando da parte il classico pandoro o panettone, i cuochi internazionali di «Gnammo», la community italiana più numerosa di social eating, propongono un tour tra i dolci tipici della tradizione natalizia nel mondo: Cuba, Usa, Francia, Polonia e Inghilterra. Per mettere a centro tavola il mondo e le sue tradizioni.

Bûche de Noël
Bûche de Noël (Mathieu MD WIKIMEDIA)

Francia: bûche de Noël
La bûche de Noël è il dolce della tradizione natalizia francese, composto da biscotto e crema e in tutto simile ad un tronchetto di legno. Il suo nome significa letteralmente «ceppo di Natale» e deve la sua origine a riti pagani della celebrazione del solstizio d’inverno: si usava infatti avere un ciocco di legno che ardeva lentamente nel camino per almeno 3 giorni, meglio ancora se arrivava all’inizio del nuovo anno o all’Epifania. Così come il ceppo riscaldava la famiglia riunita per la veglia natalizia, la bûche de Noël, anche senza camino, sprigionerà un piacevole calore: sarà merito del rum e del cioccolato?

Makowiec
Makowiec (ALINA ZIENOWICZ WIKIMEDIA)

Polonia: Makowiec
Se avete bisogno di buona sorte, affidatevi al dolce natalizio tipico della Polonia, il Makowiec: si prepara infatti con i semi di papavero che, secondo la tradizione polacca, rappresentano un segno di abbondanza e fertilità e per questo sono simbolo di buona fortuna. E per assicurarvene un po’ ogni giorno, preparate il Makowiec anche durante l’anno, da gustare la mattina con un tè caldo o con il caffè.

Pumpkin pie
Pumpkin pie (Peggy Greb WIKIMEDIA)

USA: Pumpkin Pie
Per chi vuole «fa’ l’americano», in tavola non può mancare la Pumpkin pie un dolce invernale della tradizione a stelle e strisce da assaporare non soltanto in occasione del Natale ma anche durante tutta la stagione invernale. Originaria del Nord America, la zucca è infatti uno degli ingredienti più utilizzati dagli americani per preparare gustose portate, in particolare per il Thanksgiving Day. Soffice e delicata, la Pumpkin Pie è caratterizzata da una crema pasticciera alla zucca e viene aromatizzata con cannella, zenzero in polvere, noce moscata e chiodi di garofano.

Christmas pudding
Christmas pudding (Matito FLICKR)

Inghilterra: Christmas Pudding
In Inghilterra il re della tavola è il Christmas pudding, a base di uova, frutta candita e spezie: la preparazione comincia durante l’Avvento, ma si porta in tavola rigorosamente il 25 dicembre.
Secondo tradizione, il pudding dovrebbe nascondere una serie di oggetti, che portano fortuna per chi li trova: anelli per l’amore, 1 penny per la prosperità, 1 bottone delle mutande per il nonno, 1 ditale da cucito per la nonna, 1 maialino (di plastica) per il più goloso. Tante anche le superstizioni legate a questo dolce: dovrebbe contenere 13 ingredienti, come il connubio tra Cristo e apostoli, ed essere preparato in senso orario da tutti i membri della famiglia.

Flan de Calabaza
Flan de Calabaza (PXHERE)

Cuba: Flan de Calabaza
Direttamente da Cuba, la cui cucina è un vero e proprio mix di colori e sapori provenienti dalle tradizioni spagnole, caraibiche e africane, arriva il gustoso Flan de Calabaza, a base di zucca. In generale, il flan è un piatto molto popolare nella cucina cubana, ma ha radici molto antiche: le prime ricette arriverebbero dall’antica Roma, dove venivano preparati per via della grande quantità di uova locali. La ricetta del flan prevede inevitabilmente molte varianti, a seconda della tradizione di ogni famiglia cubana o della regione in cui ci si trova: l’importante, anche a Natale, è servirlo con un bicchierino di rum per portare un pizzico di alma cubana in tavola!

Chi è Gnammo
Oltre 240.000 utenti registrati e 19.000 eventi creati in tutta Italia: questi i numeri di Gnammo, il portale italiano di social eating più grande e attivo che permette a chiunque, semplice appassionato o più esperto, di organizzare, o partecipare, a eventi culinari in casa, condividendo i posti a tavola con gli altri membri della community. Nato dalla semplice domanda «Ma come sei bravo… Perché non apri un ristorante?» accoglie «gnammers» e cuochi che hanno scelto di scoprire e vivere un nuovo modo di stare assieme, in casa e attorno ad una tavola. Gnammo è il «luogo» di tutte le esperienze social legate alla tavola, punto di congiunzione tra tecnologia e cibo, che permette di fare nuove conoscenze a tavola con formule sempre diverse.