Trend | Salone del Mobile

La casa del 2018

Nuovi modi di vivere e interpretare la vita domestica che sarà sempre più connessa e smart con dispositivi tecnologici sempre più integrati nella casa

La natura dell'abitare
La natura dell'abitare (Habitissimo)

Re indiscusso degli eventi del design a livello mondiale, il Salone del Mobile offre da sempre una prospettiva sugli scenari futuri per le nostre case. Per il 2018 ci delinea nuovi modi di vivere e interpretare la vita domestica che sarà sempre più connessa e smart con dispositivi tecnologici sempre più integrati nella casa offrendo praticità, comfort e risparmio energetico. In crescita anche l’attenzione verso i materiali dal punto di vista dell’ecologia. Ma quali sono i punti salienti della casa del 2018?

Una casa più sana
Eliminare o almeno ridurre l'inquinamento indoor è una necessità per la salute di tutti noi. L'esigenza di respirare un'aria più salubre è stata fonte di ispirazione per molte aziende che hanno deciso di dotare i loro prodotti di tecnologie per rendere più pulita l'aria che respiriamo. Tra questi spiccano ad esempio i radiatori con integrati sistemi di purificazione dell’aria o le superfici naturali che rispettano l’ambiente.

Una casa più smart
In questa edizione del Salone del Mobile si sta puntando molto sulla domotica, non solo come esperienza ludica ma anche come reale utilità per la gestione della casa, per la semplificazione della vita quotidiana e per il risparmio energetico. Le nuove tecnologie smart si integrano sempre più negli elettrodomestici connessi alla rete wi-fi, da programmare e controllare da uno smartphone.

La casa dei millenials
Occhi puntati sui millennials anche dal punto di vista dei loro scenari abitativi. Il risultato è frutto di diverse ricerche e delinea, come è facile immaginare, degli spazi dove la tecnologia e molto presente, ma dove a sorpresa non mancano riferimenti alla tradizione che si manifesta attraverso l'amore per il verde e le piante, un tetto a spiovente o ad esempio materiali e tessuti che creano scene accoglienti.

Sempre più green
Diverse le installazioni che si inseriscono nel dibattito sul valore dell’abitare sostenibile  e degli spazi a misura d’uomo con il verde che fa da protagonista. Case sempre più autosufficienti capaci di sfruttare il sole e la fotosintesi per produrre cibo, ossigeno e acqua. Abitazioni con sempre meno confini dove regna la dissoluzione tra gli ambienti esterni ed interni. Tutto questo grazie alla ricerca che presenta ad esempio membrane dotate di sensori che reagiscono alla luce (consentendo la regolazione del clima interno) e pannelli fotovoltaici organici per rinfrescare l'aria.

Nuovi Materiali
La ricerca sui materiali è senza dubbio da sempre uno dei focus più importanti del Salone. In questa 57a edizione si è puntato molto sulle finiture che rispettano l’ambiente reagendo in base all’inquinamento atmosferico con sistemi per il riciclo. Prodotti il più possibile sostenibili con alti standard qualitativi e creati con l'obiettivo di ridurre l'utilizzo di risorse fossili che vengono sostituite da risorse rinnovabili sfruttando ad esempio le biomasse. Superfici inoltre che purificano l’aria con proprietà antibatteriche e ionizzanti.

(fonte habitissimo.it)