22 ottobre 2019
Aggiornato 18:30
Eventi

Bologna, gli appuntamenti di giovedì 19 ottobre

Murales, musica live, riding a teatro, cinema e molto altro. Ecco tutto le sorprese che ci riserva questa serata in città ed i consigli per non perdersi il meglio

Bologna, gli appuntamenti di giovedì 19 ottobre
Bologna, gli appuntamenti di giovedì 19 ottobre Shutterstock

BOLOGNA – Arte, musica, teatro, cinema. C'è di tutto in questo giovedì bolognese che non mancherà di stupirvi. Ecco i nostri consigli per goderselo al meglio.

Murales
La mostra dei muralisti messicani, oggi nota come «la exposición pendiente» (la mostra sospesa), doveva essere inaugurata il 13 settembre del 1973 a Santiago del Cile, come testimonianza di solidarietà e amicizia da parte di una nazione vicina come il Messico, ma venne cancellata a seguito del golpe del generale Augusto Pinochet che lo mantenne al potere nei diciassette anni successivi. I quadri dei tre grandi artisti messicani José Clemente Orozco, Diego Rivera, David Alfaro Siqueiros furono quindi imbarcati su un aereo dell’Aeroméxico insieme alla vedova e i due figli dell’ex presidente Salvador Allende e la collezione ritornò nei musei messicani da dove proveniva. Da allora diventò la exposición pendiente, appunto. México «La Mostra Sospesa» - Orozco, Rivera, Siqueiros arriva a Bologna per presentare sessantotto opere tra le più significative della pittura muralista messicana, riconosciute patrimonio nazionale messicano e appartenenti al Museo Carrillo Gil, al Museo Nacional de Arte e al Museo de Veracruz. A Palazzo Fava, dal 19 ottobre al 18 febbraio La mostra fa parte del circuito della Bologna Welcome Card. È previsto uno sconto speciale dedicato ai possessori della Card. Maggiori informazioni e aggiornamenti: www.genusbononiae.it.

Musica live
Al Cortile Cafè, Per il quinto appuntamento di Sottoscala Live, rassegna di musica nuova, sul palco «I Camillas».Tutti ormai sanno che sono nati a Pordenone nel 1964 come duo formato da Ruben Camillas (chitarra e canta) e Zagor Camillas (tastiera e canta), rimanendo fermi per 40 anni, fino a che il rock'n'roll non li ha chiamati e già si erano spostati sulla Costa Est, così che la voce è arrivata nitida e irresistibile. Era il 2004. Da allora Spinti poi da un istinto irresistibile, si sono stanziati sulla Costa Est d'Italia e per 40 anni non hanno prodotto niente. Ma nel 2004 succede qualcosa di straordinario, il rock'n'roll li vuole e loro accettano. Concerti, festival, matrimoni, occupazioni, strade, centri anziani, centri sociali, centri aggregazione, teatri. E poi televisione, sigle, sonorizzazione di film, laboratori di canto, inaugurazioni e chiusure di locali. Piu di 100 concerti all'anno da qualche anno. Conoscono i treni per nome. Hanno visto l'alba ed i sorrisi. Poi nel 2015 è nato anche Michael Camillas che suona la batteria e adesso sono diventati tre. Nel 2016 hanno scritto la sigla di Colorado (Italia 1) e la loro canzone «Il Gioco della Palla» è utilizzata nel programma della Gialappa's (Rai4), sulle partite della nazionale di calcio e goal.

Riding Tristocomico
Arianna Porcelli Safonov torna al primo amore per il piccolo, delizioso Teatro degli Angeli (via Massa Carrara 3) . Una doppietta senza precedenti che la vedrà sul palco da sola (19/10) o in compagnia di Giorgio Comaschi (20/10) in 2 differenti progetti. Per cominciare, il 19 ottobre Arianna si esibirà in solitaria con il Rìding Tristocomico, una selezione dei suoi monologhi più conosciuti: da Ti Lascio Bio a All that Jazz, da Libretto di istruzioni per manovrare un Ingegnere a Terroir Sauvage. Chi si salverà? Ingresso 10 euro. Prenotazione stra - consigliata: 393 0518084

Cinema d'autore
Al Cineclub Bellinzona Bologna giovedì 19 ottobre, alle 20.45, alla presenza del regista Fabio Grassadonia, «Sicilian Ghost Story Regia» Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Ingresso €5,50 - Soci Coop € 4,50. «Con questo film volevamo una favola in una Sicilia mai esplorata prima, una Sicilia sognata. Un mondo dei fratelli Grimm di foreste e orchi, che collide con il piano di realtà di cui la nostra terra è inevitabilmente portatrice» Presentato come film d’apertura della «Semaine de la critique», la sezione parallela del Festival di Cannes che i due registi siciliani vinsero nel 2013 con il loro lungometraggio d’esordio (Salvo), e ispirato alla tragica vicenda di cui fu tristemente protagonista Giuseppe Di Matteo, il quindicenne rapito e ucciso da Giovanni Brusca dopo due anni di forzata prigionia, l’opera seconda di Grassadonia e Piazza è un lavoro decisamente atipico nel panorama italiano. Un’opera visionaria e contraddittoria che susciterà reazioni assai diverse a seconda della prospettiva utilizzata per giudicarlo. A dispetto della matrice realistica cui s’ispira infatti, «Sicilian Ghost Story Regia» è una vera e propria fiaba nera in cui la dimensione fantastica non solo prevale, ma è anzi la chiave privilegiata per esplorare un testo capace di declinare sguardo politico e densità atmosferica nel linguaggio audiovisivo. cineclubbellinzona.altervista.org parcheggio gratuito in cortile interno.

Musica Classica
Nella Sala Mozart dell'Accademia Filarmonica e in Sala Bossi, dal 19 ottobre al 14 dicembre 2017, tornano i «Concerti d'Autunno» curati dall'associazione «Conoscere la Musica. Mario Pellegrini». Ecco gli appuntamenti in programma: alle 21 Sala Mozart Luis Fanti Zurkowskaja, pianoforte, musiche di W. A. Mozart.