Società

Mamme, dovrebbero essere pagate 3.000 euro al mese

Il più difficile dei mestieri, quello di mamma, dovrebbe essere pagato 3mila euro al mese. Invece, questo è l’unico lavoro non retribuito. Ecco perché invece dovrebbe esserlo

Mamme tuttofare, dovrebbero essere stipendiate
Mamme tuttofare, dovrebbero essere stipendiate (Africa Studio | shutterstock.com)

Quello di mamma è uno dei mestieri più difficili. Per dirla in gergo, di quelli ‘h24’. Eppure, nonostante ciò, è l’unico lavoro a non essere retribuito. Secondo un’indagine, invece, dovrebbe essere pagato circa 3.045 euro netti al mese, tutto considerato. Ecco perché

Un mare di attività
Il mestiere di madre è difficile perché per svolgerlo bisogna essere la quintessenza dell’ecletticità. Ossia sapere fare proprio di tutto. La mamma di oggi, è infatti al pari di un manager, un professionista della famiglia e, come tale, dovrebbe essere retribuita di conseguenza.

L’indagine
Condotta da Prontopro.it, per calcolare quello che dovrebbe essere lo stipendio mensile di una mamma, l’indagine ha preso in considerazione tutte le attività svolte dentro e fuori casa. Queste sono poi stata comparate alle relative paghe orarie riconosciute come lavoratore professionista a chi esercita i diversi mestieri al di fuori della famiglia. Dal confronto è emerso che lo stipendio mensile medio dovrebbe essere pari a quello riconosciuto a chi ricopre cariche manageriali, a medici specializzati o liberi professionisti.

Tutte le mansioni di mamma
Quanto mansioni svolge una mamma dall’alba al tramonto (e spesso anche di notte), senza soste? Per comprenderlo – si legge nel comunicato stampa – si parte dal ‘ruolo’ di autista privato: accompagnare a tutte le ore i propri figli a scuola, in piscina o dagli amici. Per questo mestiere, la retribuzione oraria media è pari a 13 euro l’ora. «Ma la mamma è anche uno chef a domicilio, professione sempre più in voga e che guadagna mediamente 30 euro l’ora. Lavanderia, stireria e pulizie sono le mansioni che in media portano via più tempo dato che per svolgere questi lavori si impiegano almeno 18 ore a settimana. E quante volte la mamma diventa anche una personal shopper? La consulente per gli acquisti ha una paga oraria pari a 50 euro: questo significa che una madre, in un mese, ne guadagnerebbe almeno 150, considerando che la sua consulenza non verte solo su scarpe e vestiti, ma anche su libri, cancelleria, articoli sportivi e giocattoli».
Uno tra i più importanti ruoli, poi, è quello di ‘life coach’: quello che ogni genitore è chiamato ad assumere quando si tratta di far crescere un figlio e farlo camminare con le proprie gambe lungo la strada della vita. «Un life coach reperibile e contattabile 24 ore al giorno – proseguono gli esperti di ProntoPro – pronto a insegnare a gestire la propria vita, il proprio tempo e i propri affetti. La mamma è la prima life coach che incontriamo nel nostro percorso di vita e se volesse lucrare solo su questo potrebbe guadagnare 8.810 euro al mese, cifra che non è stata inserita nel computo. Insomma, la mamma è il lavoratore più instancabile che c’è o, almeno, fino a quando le forze glielo permettono.