Società

Curare l’omosessualità: la storia di Ovaria, rimedio omeopatico per le tendenze lesbiche

L’omosessualità è una condizione da curare? Forse per qualcuno sì. E allora in una parafarmacia romagnola, autorizzata dal Ministero della Salute, si può acquistare un prodotto omeopatico per ‘curare’ le donne omosessuali, o lesbiche. Si scatena la bufera

In vendita si trova un rimedio 'contro' le tendenze lesbiche
In vendita si trova un rimedio 'contro' le tendenze lesbiche (Thomas Francois | shutterstock.com)

La notizia sta facendo il giro del web, e la polemica sale di pari passo. Ma l’omosessualità è una malattia? E per questo va curata? Ovviamente no. Ma per qualcuno forse sì. Per esempio coloro che si sono ‘inventati’ Ovaria, il rimedio omeopatico per curare le tendenze lesbiche. Cioè, le donne omosessuali.

Lo trovi in parafarmacia
Se dunque hai tendenze lesbiche e pensi di dover essere curata, ecco che puoi rivolgerti a una parafarmacia romagnola che vende il rimedio omeopatico in questione. Se poi hai qualche dubbio sulla legittimità del rimedio, be’ sappi che è stato anche autorizzato dal Ministero della Salute. Si sta facendo dell’ironia, certo. Ma, purtroppo, il rimedio esiste davvero.

Venghino signore!
Per ‘curare’ le tendenze lesbiche bastano 14,00 euro. La cifra che serve per acquistare 100 compresse del rimedio omeopatico ‘Dr. Reckeweg R20’. Se non piacciono le compresse si può sempre optare per la versione in gocce da 22 ml, che costa 13,60 euro. Il rimedio, stando alle indicazioni, sarebbe specifico per «dare sostegno, stimolo e regolazione alle funzioni endocrine femminili».

Le sostanze ‘anti-omosessualità’
Il rimedio è composto da diversi elementi, tra cui vi è Ovaria, un principio attivo che secondo alcuni lo si trova anche sotto altri nomi, per esempio Ovininum, Ovinium, Eierstöcke, Oophorinum, Ovar, Ovarialextrakt e Ovaries. Questo ‘magico’ ingrediente, che nelle preparazioni omeopatiche è presente in concentrazioni infinitesimali, si ritiene sia un ‘estratto ovarico’, per cui indicato nel trattamento dei problemi legati all’apparato riproduttivo femminile. Ovaria, secondo le indicazioni del rimedio, sarebbe dunque indicata nel trattamento di «irregolarità mestruali, disturbi del climaterio, deficit di memoria, depressione, disturbi funzionali delle ghiandole, complesso di inferiorità, criptorchidismo, enuresi notturna, impotenza, frigidità femminile, tendenze lesbiche, oligo e azzoospermia, congestioni».

Le indicazioni di Ovaria
Le indicazioni di Ovaria (Reckeweg)

Una panacea
Presentato così, Ovaria pare una sorta di panacea, tanti sono i disturbi per cui sarebbe indicata. Ma, se la diatriba sull’efficacia dell’omeopatia è sempre accesa, un dubbio che una sola sostanza possa avere cotanti effetti è lecito. Se poi tra le sbandierate proprietà si inserisce anche la ‘cura’ delle tendenze lesbiche, allora ci si domanda se si sta scherzando o cosa.

La bufera
Come era prevedibile, da quando la notizia è comparsa su molti media, è scoppiata la bufera – specie da parte delle associazioni di gay e non solo. Molte farmacie e parafarmacie, nel frattempo sono corse ai ripari, rimuovendo dai loro siti il riferimento all’orientamento sessuale ‘da correggere’ nella descrizione del prodotto. Ora si attende l’intervento del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, come richiesto da più parti. Staremo a vedere come si concluderà la vicenda.