28 giugno 2017
Aggiornato 19:00
Arte

I Lego diventano opere d'arte con «The Art of the Brick»

In mostra a Milano le incredibili creazioni dell'americano Nathan Sawaya che hanno incantato il pubblico. L'allestimento propone un sugggestivo gioco di luci e soprattutto ombre. In tutto si possono ammirare oltre 100 opere realizzate con più di 1 milione di pezzi o mattoncini Lego.

MILANO - Oltre un milione di mattoncini Lego per creare incredibili sculture e opere d'arte. E così prende vita un enorme scheletro di dinosauro T-Rex lungo 6 metri, composto da oltre 80mila mattoncini Lego. E' il primo lavoro che accoglie i visitatori di «The art of the Brick», mostra dell'artista americano Nathan Sawaya. L'esposizione la si può ammirare a Milano, presso la «Fabbrica del Vapore». L'allestimento propone un sugggestivo gioco di luci e soprattutto ombre. In tutto si possono ammirare oltre 100 opere realizzate con più di 1 milione di pezzi o mattoncini Lego.

Da gioco a creazione artistica
Il gioco si trasforma così in creazione artistica, in un dialogo continuo con i capolavori dell'arte, dall'Urlo di Munch al Pensatore di Rodin, che vengono riprodotti dall'artista e reinventati. «Volevo trovare il modo per creare opere d'arte che fossero collegate a tante persone, per rendere l'arte accessibile - ha spiegato l'artista ad askanews - usare i Lego, un gioco per bambini, è un modo per connettere le persone all'arte ad un livello semplice, tutti hanno giocato con i Lego, è un modo per 'democratizzare' l'arte». La mostra, che dopo aver girato tutto il mondo ed aver debuttato a Roma nel 2015 arriva per la prima volta a Milano con numerosi pezzi inediti mai esposti in Italia, sarà aperta al pubblico fino al 29 gennaio 2017.