16 settembre 2019
Aggiornato 12:00
L'evento londinese

Rayne, Shoes for Stars

Fino al 29 agosto l'esposizione Rayne: Shoes for Stars sarà al Fashion and Textile Museum di Londra, coincidendo con la pubblicazione del libro illustrato, con lo stesso titolo, redatto dal curatore della mostra Michael Pick, consulente d'arte, scrittore e docente.

LONDRA - Fino al 29 agosto l'esposizione Rayne: Shoes for Stars sarà al Fashion and Textile Museum di Londra, coincidendo con la pubblicazione del libro illustrato, con lo stesso titolo, redatto dal curatore della mostra Michael Pick, consulente d'arte, scrittore e docente.

Rayne: Shoes for Stars esporrà un secolo di sensazionali calzature British spesso realizzate con materiali straordinari. Le scarpe Rayne sono state infatti indossate dalle donne più glamour del mondo comprese Vivien Leigh, Marlene Dietrich, Brigitte Bardot ed infine Diana, Principessa del Galles. Insignito da tre Royal Warrants da parte della Casa Reale Inglese, Rayne ha realizzato le scarpe di Sua Maestà, la Regina Elisabetta II, comprese quelle del suo matrimonio con Sua Altezza Reale il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, nel 1947.

L'esposizione presenterà più di 100 paia di scarpe e stivali appartenenti a dieci decadi, commissionate ai guest designer di Rayne, che comprendono alcuni dei più grandi designer del ventesimo secolo, come ad esempio Norman Hartnell, Hardy Amies, Bruce Oldfield, Mary Quant e Roger Vivier, insieme alla attuale stilista Laurence Dacade.

Questa è la prima volta che un numero così ampio di iconiche calzature Rayne sarà esposto nello stesso momento e sarà una rara opportunità per gli amanti delle scarpe e del design per ammirare una così variegata mostra che includerà le famose Wedgwood e i sandali con tacco in Perspex così come una selezione di altre scarpe rarità, provenienti dai musei più prestigiosi del mondo.

Rayne è stato fondato nel 1885 come costumeria teatrale, diventando presto il fornitore leader dei teatri a livello nazionale. L'evoluzione del brand in calzaturiero al dettaglio avvenne con i primi negozi nel West End, e in particolare in New Bond Street, a Londra, negli anni Venti. Nel 1959, sotto la direzione di Edward Rayne, lo shop Rayne in Old Bond Street fu riprogettato come 'il più bel negozio al mondo' dal famoso scenografo teatrale e cinematografico, Oliver Messel, zio di Lord Snowdon and prozio dei designer di mobili Lord Linley e Thomas Messel.

Il marchio fu rilanciato nell'ottobre 2013 dal figlio di Edward, Nick e da sua moglie Lulu, che hanno voluto far conoscere il celebre glamour di Rayne ad una nuova generazione di donne in tutto il mondo. Riguardo all'esposizione, Nick Rayne dice: «E' un privilegio essere parte di un brand che continua a rimanere nei cuori di così tante persone sia nel Regno Unito sia nel mondo e mi sento enormemente orgoglioso che Michael Pick ed il Fashion and Textile Museum condividano la mia passione per Rayne».