27 ottobre 2020
Aggiornato 01:30
FoxLife

Cucine da Incubo 3, Antonino Cannavacciuolo torna in tv

Cannavacciuolo, chef pluristellato e patron del ristorante Villa Crespi ritorna in azione per rispondere alle richieste d'aiuto provenienti da ristoranti e trattorie di tutta Italia. Quest'anno la sfida si fa ancora più dura

MILANO - Dopo aver risollevato le sorti di decine di ristoranti sull'orlo del fallimento, lo Chef Antonino Cannavacciuolo torna su FoxLife (Sky, canale 114) dal 26 maggio con la terza stagione dello show di culto CUCINE DA INCUBO prodotto da Endemol Italia. Ogni martedì alle 21.00 andranno in onda due episodi della nuova stagione. Cannavacciuolo, chef pluristellato e patron del ristorante Villa Crespi ritorna in azione per rispondere alle richieste d'aiuto provenienti da ristoranti e trattorie di tutta Italia.

Quest'anno la sfida si fa ancora più dura: se nelle precedenti stagioni chef Cannavacciuolo si era dedicato a rimettere ordine nella gestione di cucine prevalentemente a gestione familiare, ora si confronterà anche con realtà ben più importanti e complesse, lavorando insieme a personaggi dalle storie davvero particolari, come lo staff de A' Lanterna, il celebre ristorante della Comunità di San Benedetto al Porto, fondata da Don Andrea Gallo a Genova, protagonista della prima puntata insieme al ristorante Sabatino di Anguillara Sabazia (Roma).

Come di consuetudine, in ogni puntata, Chef Cannavacciuolo analizzerà con la proprietà e lo staff del ristorante i problemi che hanno portato l'attività vicino al fallimento per poi offrire soluzioni efficaci su tutto: dalle voci del menu, all'arredamento dei locali, dal servizio alla gestione del personale. E lo farà alla maniera che lo ha reso celebre: grandi pacche sulle spalle, duro lavoro tra i fornelli e tanto entusiasmo in sala. Inoltre, in questa nuova edizione, lo Chef avrà un arma in più: nelle situazioni più critiche infatti Cannavacciuolo inviterà titolari e personale a «uscire» dalla loro comfort zone costituita dalle mura del ristornate e li trascinerà con sé verso luoghi inaspettati - un istituto per ciechi, un molo, una cava di marmo - per metterli realmente alla prova, costringendoli a confrontarsi tra loro per superare prove impegnative, sia dal punto fisico che emotivo. E come sempre, lo farà con un unico scopo: riportare ordine e fiducia in chi le aveva perdute.