19 novembre 2019
Aggiornato 07:00
Nel salotto di palazzo Santa Chiara

Riprende Roma InConTra

Il format ideato e condotto da Enrico Cisnetto parte il 9 marzo con Giacomo Vaciago, Carlo Jean e Rosanna Lambertucci. Conferenza stampa di presentazione alla presenza del massmediologo Carlo Freccero e dell'attore e regista Enrico Montesano.

ROMA - Lunedì 9 marzo riparte una nuova stagione di «Roma InConTra», il format ideato e condotto da Enrico Cisnetto, figlio della decennale esperienza di «Cortina InConTra» e che in tre anni di programmazione ha prodotto numeri importanti: 77 puntate, 338 ospiti, 230 libri presentati, 11500 spettatori in sala, 5850 ore di programmazione trasmesse da 17 emittenti televisive regionali e sul 518 di Sky.

Nella conferenza stampa di questa mattina, alla presenza del massmediologo Carlo Freccero e dell'attore e regista Enrico Montesano, nella splendida cornice di Palazzo Santa Chiara, in pieno centro a Roma, è stata presentata la nuova stagione del programma. Il cui successo, manifestato dai numeri, si lega all'originalità della formula: essere anche un evento live aperto al pubblico e soprattutto costruito sulla qualità dei contenuti e la pacatezza dello stile. "Il format rimane quello che abbiamo sperimentato nel corso di questi tre anni", ha spiegato infatti Enrico Cisnetto, precisando che «quando siamo partiti i talk show tradizionali già erano in crisi, e infatti il nostro slogan è sempre stato 'più talk e meno show'. Adesso - ha aggiunto - abbiamo fatto un successivo passo avanti, alternando singolarmente sul palco 3/4 ospiti di prestigio che, nei 90 minuti di durata, attraverso le loro personalità, le loro storie, possano affrontare e raccontare tutti i grandi temi dell'attualità in momenti separati e non legati tra di loro. Come ospiti punteremo anche in questa nuova stagione sui grandi personaggi che hanno contribuito al successo delle precedenti edizioni».

Il sistema di messa in onda rimane lo stesso: il mercoledì in seconda serata sul canale 518 di Sky e 17 emittenti regionali che coprono tutto il territorio nazionale. L'evento live, aperto al pubblico, verrà registrato come di consueto ogni lunedì, per 25 puntate, alle 18,30, ma da quest'anno nella nuova casa, o meglio nel nuovo «salotto» di Roma InConTra: Palazzo Santa Chiara, location ubicata nel pieno centro di Roma, che ospita al suo interno un teatro di indiscussa eleganza e che una volta si chiamava Teatro Rossini. «All'interno della struttura c'è anche una cappella consacrata a Santa Caterina - ha rivelato Carlo Freccero - che è anche la santa protettrice di chi lavora nel mondo della comunicazione. Il talk è il genere più praticato, ma è in crisi.. Personalmente apprezzo il format di Cisnetto poiché è fuori dal coro, laterale e sorprendente. E' un dialogo costruttivo», ha concluso.

«La cosa importantissima è che Roma InConTra non riceve finanziamenti pubblici», ha commentato Enrico Montesano, «perché crollano le produzioni, teatrali, pubblicitarie, televisive, tutte fatte con soldi pubblici che vengono spesi male. Qui invece si va avanti con i privati. Io ormai fuggo lo show dell'informazione - ha specificato l'attore - e cerco qualcosa di costruttivo, dove si possa parlare senza rissa. E poi - ha concluso - è necessario fare cultura e Cisnetto lo fa, e questo è un luogo giusto in cui farla, perché pieno si storia».

«In questo luogo che ha ospitato le rappresentazioni delle opere di Rossini, Verdi e Bellini, adesso siamo felici di ospitare il format di Cisnetto», ha detto Gustavo Cuccurullo, che dal 2008 ha preso in mano, rinnovandola, la gestione di Palazzo Santa Chiara. «Da tempo cercavo di portare avanti iniziative di questo genere, ma non avevo ancora trovato una professionalità con quella di Cisnetto e del format InConTra», ha specificato.

Il primo appuntamento della nuova stagione del «salotto di Roma InContra» è il 9 marzo per affrontare temi di attualità e società con il generale Carlo Jean, l'economista Giacomo Vaciago e la conduttrice tv Rosanna Lambertucci.