19 settembre 2019
Aggiornato 16:00
Il regalo alla città per Natale

De Chirico a Roma, tre nuove opere donate dalla Fondazione Alberto Sordi

La Fondazione dedicata all'attore ha deciso di fare un regalo alla città davvero speciale: in mostra alla Galleria nazionale d'arte moderna (Gnam) tre tele inedite che appartenevano alla collezione privata di Sordi

ROMA - Gli amanti dell'arte ringraziano la Fondazione Alberto Sordi. Da domani, infatti, presso la Galleria nazionale d'arte moderna (Gnam) di Roma potremo ammirare tre nuove meravigliose tele di Giorgio de Chirico che Sordi acquistò direttamente dall'artista negli anni '60. Un prestito che è una sorta di regalo di Natale alla città.

DALLA SUA COLLEZIONE PRIVATA - Le tre opere, «Cavalieri nel paesaggio», «Ettore e Andromaca» e «Il trovatore», vengono dalla collezione privata dell'attore e «vanno ad arricchire la Sala de Chirico della Gnam», si legge in un comunicato. «La Fondazione inizia a dare attuazione alla volontà di Alberto ed Aurelia Sordi affinché la storica villa dell'attore ed il suo patrimonio diventino beni fruibili per l'intera cittadinanza».

L'ANEDDOTO CURIOSO - La Fondazione Museo Alberto Sordi ha voluto esplicitamente ringraziare il ministro della Cultura Dario Franceschini per il suo «personale impegno». Il ministro si è intrattenuto con gli studiosi e i curatori della sala proponendo di istituire un museo dedicato a de Chirico raccogliendo le varie opere in giro per l'Italia. Franceschini ha poi raccontato un curioso aneddoto sul celebre amore dell'artista verso i manichini antropomorfi: «Si dice che l'artista si innamorò di questo curioso soggetto artistico quando un negozio d'abbigliamento, tale 'Martinetti', lasciò in strada dei manichini durante la sistemazione delle vetrine».