17 agosto 2022
Aggiornato 00:00
TV | Miss Italia 2014

Simona Ventura: «Sarà una Miss smart, sveglia e curiosa della conoscenza»

La7 torna a ospitare il celebre concorso di bellezza, con due seconde serate dedicate alle selezioni giovedì e venerdì e la finale domenica 14 settembre condotta da Simona Ventura che in conferenza stampa ha detti che si sente tornata «la tigre di una volta»: «Quest'anno nomineremo una Miss 2.0»

MILANO - 75 anni e non sentirli, Miss Italia torna e si rinnova. La7 torna a ospitare il celebre concorso di bellezza, con due seconde serate dedicate alle selezioni giovedì e venerdì e la finale domenica 14 settembre condotta da Simona Ventura che in conferenza stampa ha detti che si sente tornata «la tigre di una volta».
«Voglio provare ad avere una conduzione il più possibile istituzionale ma moderna. Anche io mi cambio, non posso avere la conduzione che avrei in una altro programma. Io ho un grande rispetto di Miss Italia perchè è l'istituzionalità della televisione».

MISS 2.0 - Saranno le ragazze a fare spettacolo, Non ci saranno più Miss mute o anonime, le 24 finaliste sono tutte giovani che hanno una storia da raccontare, che valgono al di là della bellezza. e sarà una Miss Italia 2.0.
Simona Ventura fa un augurio alla nuova rappresentante del fascino italiano. «Auguro alla nuova Miss Italia che subito un successo incredibile e che possa lavora ma soprattutto che porti il buon nome dell'Italia in giro per il mondo, noi ci buttiamo la zappa sui piedi ma in giro per il mondo siamo ancora l'Italia che tutti amano».

TRA I GIURATI ALENA SEREDOVA - Tra le tante novità del concorso, il voto disgiunto del pubblico tra uomini e donne, in alcune fasi della gara. In giuria è stata chiamata Alena Seredova. A spiegare le ragioni di questa scelta è stata l'amica Simona Ventura. «Ho chiamato Alena Seredova perché è un esempio per le ragazze. Mentre finiva il suo matrimonio con Buffon si è comportata in modo esemplare in una vicenda delicata come questa, mettendo i figli al primo posto. È riuscita a tenere un profilo che poche donne di spettacolo avrebbero saputo tenere».
Ma a tenere banco è stata l'apertura a sorpresa di Patrizia Mirigliani, organizzatrice e anima di Miss Italia, che ha confermato la possibilità che si possa in futuro accogliere le transessuali in concorso. «Percepiamo quello che alla fine la società ci chiede come è stato per le straniere e le trentenni se un giorno noi vedessimo che questa è una realtà da considerare sicuramente la applicheremo».
«Sarà una Miss smart, sveglia e curiosa della conoscenza - ha promesso Simona Ventura -. L'edizione dell'anno scorso ha aperto la strada a questa». L'obiettivo dichiarato è ottenere il 10% di share fissato da tempo dall'editore, Urbano Cairo, ma soprattutto di portare nuovo pubblico a La7.

RAPPORTO PRIVILEGIATO - Da concorrente a conduttrice di Miss Italia, nel 1987 venne eletta Donna Ideale, ora è la presentatrice della 75 esima edizione. Simona Ventura racconta il suo rapporto privilegiato con il concorso di bellezza. «E' una cosa bella, sicuramente riesco a calarmi nella personalità e nella vita di queste ragazze. Riesco a percepire che cosa provano, perchè l'ho provato anche io anche rispetto a loro eravamo un'altra generazione e soprattutto rispetto a loro ero una cialtrona, una mascalzona. Per esempio non mi ero svegliata alle selezioni. Ero l'unica a essere passata alle finali e mi avevano lasciato a Reggio Emilia insieme alle compagne che non erano passate, per cui ho dovuto raggiungere con mezzi propri Salsomaggiore, facendo la figura della ritardataria. Mi ricordo che l'ho presa anche molto serenamente. E' stata una bellissima esperienza e voglio che resti tale anche per le ragazze anche se non verranno elette Miss Italia».