24 agosto 2019
Aggiornato 07:30
Cinema

Giffoni, spopola il Richard Gere pensiero

L'attore, sexy come sempre ma in più anche saggio, ha dispensato consigli ai ragazzi del Festival del cinema giovane. Il sesso? Fatelo solo se c'è amore

SALERNO - Non ne aveva certo bisogno, ma il Buddismo gli ha fatto proprio bene: sexy lo è sempre stato, ora è anche saggio e decisamente intrigante. Richard Gere, 64 anni e rotti, sbarca al Giffoni Film Festival con l'aria di chi dalla vita ha avuto davvero tutto: calmo, sorridente, gentilissimo con i giornalisti, adorante nei confronti dei fan (improvvisa persino un inchino in segno di ringraziamento). Insomma, una star lontanissima dallo star system.

NESSUN COMPROMESSO - I tempi di Hollywood e «Pretty Woman» sembrano lontani: «Hollywood non è quel mostro vorace che si immagina in Europa, ma solo un posto dove si girano film. Io non ho mai fatto compromessi, ho solo dovuto combattere i miei demoni». Ogni bravo attore «deve essere un filtro e una spugna, tutto quello che impari fuori dal set devi trasferirlo nella recitazione. Ma senza cambiare atteggiamento tra ruoli drammatici o brillanti: quello che muta non è l’approccio, ma il materiale».

I CONSIGLI AI RAGAZZI - Sul red carpet si diletta a dispensare consigli ai ragazzi: «Quando pensate al sesso fatelo in funzione dell’amore». Chi l'avrebbe mai detto: ma dov'è finito il mito dell'"American Gigolò"?. E ancora: «iI processo di dare significato all’esistenza, che comincia alla vostra età, dura per il resto dei vostri giorni. Quando si comunica con gli altri occorre essere positivi. Altrimenti è meglio tacere».

4 NUOVI FILM - L'attore tornerà presto nelle sale con ben quattro film. In «Time Out Of Mind», girato in appena 21 giorni, interpreta un senzatetto: la pellicola debutterà a Toronto e poi potrebbe arrivare alla Festa di Roma. Le altre uscite sono «Harry and me», «Franny» e «The Best Exotic Marigold Hotel 2» di John Madden.