13 dicembre 2019
Aggiornato 09:30

Trovajoli, il testamento sarà aperto martedì 19

Lo conferma a TM News Andrew Trovajoli, uno dei quattro figli viventi del musicista, tramite il suo legale, avvocato Gianluca Riitano. I figli hanno appreso della morte di Trovajoli da notizie di stampa. Il maestro non aveva rapporti con loro, salvo Piergiorgio, nato dal matrimonio con Maria Paola Sapienza

ROMA - E' stata fissata per martedì 19 marzo l'apertura del testamento del maestro Armando Trovajoli, deceduto il 28 febbraio a Roma. Lo conferma a TM News Andrew Trovajoli, uno dei quattro figli viventi del musicista, tramite il suo legale, avvocato Gianluca Riitano. Il legale aveva scritto alla vedova del maestro, Maria Paola Sapienza, chiedendo la consistenza del patrimonio Trovajoli ed aveva quindi appreso dall'avvocato della signora dell'esistenza di un testamento depositato presso un notaio.

I figli hanno appreso della morte di Trovajoli da notizie di stampa. Il maestro non aveva rapporti con loro, salvo Piergiorgio, nato dal matrimonio con Maria Paola Sapienza. Non si conoscono al momento l'entità del patrimonio né il contenuto del testamento. In gioco c'è un'eredità consistente, soprattutto in materia di diritti Siae per l'autore di musiche popolarissime quali quelle di «Rugantino».
Sopravvivono al maestro Graziella e Maurizio, nati da donne diverse; Andrew Howard Rugantino, nato nel 1963 dal matrimonio di Trovajoli con l'attrice Anna Maria Pierangeli e oggi stabilito a Londra dove ha una redditizia attività di Direttore Creativo Pubblicitario; e Piergiorgio, figlio della seconda moglie Maria Paola. Una quinta figlia, Marina Ubalda, è deceduta nel 2000. La settimana scorsa, sono state fatte le dichiarazioni di rito alla Siae, inserendo i nomi degli altri tre figli viventi, poiché solo Piergiorgio e la signora Maria Paola risultavano alla Società degli Autori e degli Editori.