26 settembre 2020
Aggiornato 16:30
Stasera allo stadio Dall'Ara di Bologna

Tutto esaurito per il concertone per l'Emilia

Sul palco, tra gli altri, Paolo Belli, Samuele Bersani, Luca Carboni, Caterina Caselli, Cesare Cremonini, il flautista reggiano Andrea Griminelli, Gianni Morandi, Francesco Guccini, Luciano Ligabue, Andrea Mignardi, Modena City Ramblers con Cisco, Nek, Nomadi, Laura Pausini, Stadio e Zucchero

BOLOGNA - 'Sold out': ha fatto il 'tutto esaurito' il concertone per i terremotati dell'Emilia Romagna che si terrà stasera allo stadio Dall'Ara di Bologna: per chi non ha trovato uno dei 40mila biglietti, venduti a 30 euro l'uno (i primi diecimila sono stati venduti in appena 24 ore), la serata sarà trasmessa in diretta su Rai 1 in prima serata. Sul palco, tra gli altri, Paolo Belli, Samuele Bersani, Luca Carboni, Caterina Caselli, Cesare Cremonini, il flautista reggiano Andrea Griminelli, Gianni Morandi, Francesco Guccini, Luciano Ligabue, Andrea Mignardi, Modena City Ramblers con Cisco, Nek, Nomadi, Laura Pausini, Stadio e Zucchero, che parteciperanno a titolo gratuito e canteranno ognuno due canzoni. I proventi della vendita dei biglietti saranno interamente devoluti in beneficenza per il terremoto e anche le ticket company citate hanno rinunciato a percepire ogni tipo di ingaggio, in sintonia con la filosofia generale del concerto.

Errani: Contributo fondamentale - In prima fila gli artisti romagnoli, che hanno voluto portare la propria solidarietà, ma anche un contributo concreto e di speranza, agli abitanti delle zone colpite dal sisma. A sostenere il concerto la Regione Emilia Romagna, promotrice dell'evento, la Rai, Assomusica, il Comune di Bologna e il Bologna Calcio che ospita la manifestazione al Dall'Ara. I cancelli dello stadio si sono aperti alle 16 e le prime note di intrattenimento scatteranno dalle 19 a cura della radio locali. «E' importante - ha sottolineato nei giorni scorsi Vasco Errani, presidente della Regione - che non si spengano i riflettori sulle zone terremotate e da questo punto di vista il contributo degli artisti attraverso la loro arte è fondamentale».
«Con questo intento - ha aggiunto Errani - è previsto un altro concerto il 15 settembre al Campo Volo (Reggio Emilia) con artisti italiani. Tutte le risorse saranno destinate alle aree terremotate e non ci saranno biglietti gratuiti», e il biglietto numero 1 è già stato acquistato dallo stesso Errani.

Nek: Ci sentiamo tutti uguali - «E' un momento di grande solidarietà in cui ci sentiamo tutti uguali sullo stesso livello. Sul palco saliremo solo cantanti emiliani e romagnoli, tutti uguali e canteremo per le persone bisognose», ha detto oggi Nek a Tgcom24, spiegando l'iniziativa del concerto in favore delle popolazioni terremotate dell'Emilia Romagna: «Riempiremo il Dall'Ara a Bologna e si sta già provando, dalla Pausini a Ligabue e Cremonini. Questo evento - ha concluso - vuole raccogliere sì i fondi per i terremotati, ma soprattutto portare un po' di serenità nelle tendopoli».