5 giugno 2020
Aggiornato 09:30
Proiettori accesi

Cinema, a New York parte Tribeca Film Festival

La rassegna internazionale di cinema voluta da Robert de Niro, Jane Rosenthal e Craig Hatkoff. E' stata fondata nel 2002 per rianimare la scena artistica newyorkese dopo l'attentato dell'11 settembre. Da oggi al 29 aprile saranno proiettati 90 film indipendenti

NEW YORK - Si accendono i proiettori a New York, per l'undicesima edizione del Tribeca Film Festival, la rassegna internazionale di cinema voluta da Robert de Niro, Jane Rosenthal e Craig Hatkoff. E' stata fondata nel 2002 per rianimare la scena artistica newyorkese dopo l'attentato dell'11 settembre, e anche quest'anno, da oggi al 29 aprile, verranno presentate pellicole indipendenti da tutto il mondo, 90 in tutto, tra documentari, film e corti.
Nel comitato di selezione dei film, ad affiancare Genna Terranova - garantendo una sempre maggiore qualità della programmazione - fanno il loro ingresso Frederic Boyer, ex direttore artistico del festival di Cannes, e Geoffrey Gilmore, che ha guidato il Sundance per quasi vent'anni. Intervistato dal New York Times riguardo i tratti caratteristici della rassegna, Gilmore ha citato innanzitutto la diversità. «Dato che si tiene a New York, cerca di parlare a una comunità varia» ha spiegato.

Come la programmazione, anche la giuria è stata scelta all'insegna dell'eclettismo. Il presidente sarà Irwin Winkler, regista di «De-Lovely» e produttore di «Rocky», che siederà anche tra i giurati della categoria «World Narrative Competition», insieme alle attrici Patricia Clarkson e Dakota Fanning.Tra coloro che valuteranno i documentari si leggono invece i nomi del regista Michael Moore, premio Oscar nel 2003 per «Bowling for Columbine», e la diva di «Sex and the City» Kim Cattrall.
Per il terzo anno il festival apre anche un sipario online, che trasmette in streaming parte della programmazione in tutti gli Stati Uniti. Finanziato da American Express, il programma include alcuni film, corti ed eventi, e permette al pubblico di far parte della giuria, esprimendo le proprie preferenze con un click.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal