26 ottobre 2021
Aggiornato 13:30
La morte di Antonio Tabucchi

Napolitano ricorda Tabucchi: Ha interpretato lo spirito europeo

Messaggio del Presidente della Repubblica di partecipazione «al cordoglio della famiglia e del mondo della cultura per la perdita di uno scrittore civilmente impegnato». Vendola: E' un stato grande e moderno intellettuale europeo. Di Pietro: Oggi giorno di lutto, era uno scrittore raffinato

ROMA - Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appresa la triste notizia della scomparsa di Antonio Tabucchi, in un messaggio ha espresso la sua commossa partecipazione «al cordoglio della famiglia e del mondo della cultura per la perdita di uno scrittore civilmente impegnato, che con la sua attenzione alle tradizioni e alle vicende non soltanto del suo Paese, i suoi legami e il suo stile letterario ha saputo interpretare lo spirito europeo». E' quanto si legge in una nota del Quirinale.

Vendola: E' un stato grande e moderno intellettuale europeo - «Un anno fa, in una lunga intervista dell'Unita' Antonio Tabucchi ricordava che 'gli artisti e gli intellettuali non fanno cadere i regimi, ma con un cerino illuminano l'oscurità in tempo per mostrare a chi abbia occhi quando il sentiero percorso è sull'orlo dell'abisso'. Ci piace ricordarlo così». Lo afferma Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà, ricordando lo scrittore scomparso oggi.
«Per anni - prosegue il leader di Sel - con rigore intellettuale e con passione politica, Tabucchi, ci ha illuminato con i suoi romanzi, con le sue sferzanti e al tempo stesso dolci parole, con le invettive civili sulle tristezze della politica italiana contemporanea e su una classe dirigente inadeguata a comprendere il mondo intorno a sé. La sottovalutazione da parte della sinistra e delle forze progressiste verso una nuova destra europea liberista, fatta di slogan semplici e di buone maniere ma che nasconde di fatto la disegueglianza sociale; la necessità di una sobrietà della politica, una lotta senza quartiere alla corruzione rimangono alcune sue lezioni memorabili. Non scompare - conclude Vendola - un grande intellettuale italiano. Per lui le frontiere non esistevano. Scompare un grande e moderno intellettuale di quell'Europa che vorremo costruire, tanto diversa dall'attuale», conclude.

Di Pietro: Oggi giorno di lutto, era uno scrittore raffinato - «Oggi è un giorno triste, un giorno di lutto per tutti noi. Con la scomparsa di Antonio Tabucchi perdiamo un grande intellettuale e uno scrittore raffinato. Una delle voci più rappresentative della cultura e della letteratura europea. La democrazia è stata il suo faro ed è stato un indulgente analista della società italiana». Lo ha affermato in una nota il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.
«Tabucchi ha sempre tenuto alta la bandiera della libertà d'informazione e si è anche speso, in prima persona, sostenendo tutte le battaglie contro le leggi ad personam varate dal governo Berlusconi. Ha denunciato, instancabilmente, la pericolosa caduta in basso della democrazia. Lo ricorderemo con gratitudine e profonda riconoscenza», ha concluso.