27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Sessantaquattro anni dopo la sua morte

India, cinquecento piccoli Gandhi per l'anniversario della morte

Il Guinness dei primati ai bambini che hanno ricordato il Mahatma. I ragazzini, perloppiù figli di ragazze madri, hanno indossato i suoi panni per mettere in scena la storica marcia del sale di Dandi

Una statua di Gandhi
Una statua di Gandhi Shutterstock

NUOVA DELHI - Sessantaquattro anni dopo la sua morte, il Mahatma Gandhi vince il Guinness dei primati: quasi 500 bambini poveri si sono infatti radunati a Calcutta travestiti con tunica, baffetti e occhialini per imitare la loro guida spirituale. Era il 30 gennaio 1948 quando un fanatico indù assassinò a Nuova Delhi La Grande Anima, Mohandas Karamchand Gandhi.
I ragazzini, perloppiù figli di ragazze madri, hanno indossato i suoi panni per mettere in scena la storica marcia del sale di Dandi. La pittoresca parata si è tenuta ieri sulla strada Mayo nel centro di Calcutta. Ricordando i principi del Padre della Patria, come scrive il Times of India, il cammino dei giovani ha «riportato alla luce i valori della verità, della giustizia e della non violenza».

Il Guinness dei primati ai bambini che hanno ricordato il Mahatma
Dopo aver assistito all'evento, i funzionari del Guinness Book hanno accordato il certificato del record mondiale all'ong che ha organizzato la marcia, la londinese Tracks (Training Recourse and Care for Kids). «Anch'io mi ritengo un seguace di Gandhi - ha commentato il direttore, Michael Anthony - questa marcia della pace aveva l'obiettivo di inculcare i valori e i messaggi di Gandhi nei bambini poveri. Non vogliamo che i bambini senza privilegi si dimentichino la ricca eredità dell'ideologia gandhiana». I ragazzi di Calcutta hanno superato il record che era stato stabilito nel giugno del 2010, quando un gruppo di 255 studenti si travestì da Mahatma a Coimbatore, come ha precisato il responsabile indiano dei Guinness Nikhil Shukla.