12 luglio 2020
Aggiornato 19:00
Gossip | Stati Uniti

Catherine Zeta-Jones in cura per disturbi maniaco-depressivi

Parla l'agente dell'atrice: «Causati dal cancro del marito, ora sta bene»

LOS ANGELES - L'attrice britannica Catherine Zeta-Jones ha sofferto di disturbi maniaco-depressivi durante la malattia del marito Michael Douglas, colpito da un tumore alla gola. «Dopo lo stress dello scorso anno, Catherine ha deciso di fare un breve soggiorno in un centro specializzato per curare i suoi disturbi maniaco-depressivi - ha detto l'agente dell'attrice, Cece Yorke, in un comunicato inviato alla France presse - ora sta benissimo e non vede l'ora di cominciare a lavorare, questa settimana, nei suoi due prossimi film».

La sindrome maniaco-depressiva, definita anche disordine bipolare, si manifesta con cambiamenti dell'umore imprevisti, per cui chi ne è affetto passa da uno stato di euforia a uno di depressione. Lo scorso anno, Catherine Zeta-Jones, 41 anni, è stata al fianco del marito nella sua lotta contro il cancro, poi debellato. La coppia, sposata dal 2000, ha un figlio di 10 anni e una figlia di sette.

Vincitrice dell'Oscar nel 2003, come migliore attrice non protagonista per il suo ruolo in Chicago, Catherine Zeta-Jones ha fatto carriera a Hollywood, dove ha lavorato in film di grande successo come Traffic, Ocean's Twelve e La maschera di Zorro. Nei prossimi due film lavorerà invece al fianco del suo connazionale Stephen Frears, in Lay the favorite, e di Gabriele Muccino.