25 maggio 2022
Aggiornato 02:00
Cinema

Festival Taormina: miglior documentario è film su diritti gay

Premio a Hofer e Ragazzi per «Improvvisamente l'inverno scorso»

TAORMINA - Nel giorno del gay pride nazionale di Genova, il film documentario «Improvvisamente l'inverno scorso» dei registi Gustav Hofer e Luca Ragazzi si è aggiudicato al festival di Taormina il Nastro d'Argento per il miglior documentario italiano. Il film, che racconta il tentativo fallito di dare anche all'Italia una legge per le coppie di fatto etero ed omosessuali, aveva cominciato la sua corsa al successo nel febbraio 2008 con la menzione speciale della giuria al Festival di Berlino.

«E' per noi - hanno dichiarato i registi - un enorme onore di ricevere proprio oggi, 40 anni dopo la nascita del movimento gay negli Stati Uniti e nel giorno del Gay Pride nazionale, un premio così prestigioso, che oltretutto ci ricorda come in Italia ancora oggi manchi una legge che tuteli gli amori fra persone dello stesso sesso. Sono all'ordine del giorno - hanno continuato - gli atti di violenza omofobica ma una legge che li condanni nel nostro paese non è neanche all'orizzonte. Ringraziamo il sindacato dei giornalisti critici cinematografici che con questo premio ha dato un segnale di sostegno a un cinema indipendente e di denuncia».

Per i due registi è stato sicuramente motivo di orgoglio avere vinto su grandi nomi come Ermanno Olmi, Giuseppe Bertolucci e Mimmo Calopresti. Hofer e Ragazzi, che con questo lavoro sono diventati un punto di riferimento per la battaglia dei diritti negati alle coppie di fatto, hanno scherzosamente dichiarato: «Ora siamo obbligati a restare insieme per tutta la vita perché altrimenti dovremmo dividere a metà questo premio e sarebbe un peccato». Soddisfazione è stata anche espressa dall'attrice Jacqueline Lustig, che in questo progetto, a parte un breve cameo, ha partecipato in veste di produttrice.

Il Nastro d'Argento è stato assegnato questa sera a Taormina nel teatro greco e nell'ambito di una cerimonia che ha visto in rassegna il meglio del cinema italiano. La casa editrice Ponte alle Grazie, che ha pubblicato il cofanetto comprendente un Dvd e un libro, ha fatto sapere dei «avere sempre creduto in questo progetto» e si è felicitata con gli autori.