24 gennaio 2021
Aggiornato 19:00
Formula 3 | Spa-Francorchamps

Che grinta Mick Schumacher: rimonta fino al podio sulla pista più dura

Il figlio del grande Michael si mette in luce con un'altra grande prova di maturità proprio sul circuito belga, l'università dell'automobilismo: dopo qualche difficoltà in qualifica, recupera fino al sesto posto in gara-1, e nella seconda manche è secondo nella classifica dei debuttanti

SPA-FRANCORCHAMPS – Si è messo in evidenza dopo qualche difficoltà in qualifica Mick Schumacher, recuperando ottimamente fino alla sesta posizione nella prima gara del weekend del campionato europeo di Formula 3 a Spa-Francorchamps. La sua è stata una prova di grinta e maturità. Nella seconda corsa ha poi conquistato altri punti per l’assoluta, terminando decimo e secondo tra i debuttanti. «Siamo riusciti ad avvicinarci alle prime posizioni e portare nuovamente a casa punti, cosa che ci aspettavamo e speravamo di ottenere – racconta il figlio del grande Michael – Sono felice che le cose siano andate per il meglio. Per domani occorrerà vedere come si metterà il meteo, dato che qui a Spa è sempre difficile fare previsioni in questo senso. Sono comunque fiducioso per gara-3».

Due podi per il capolista
Si è conclusa con due preziosissimi piazzamenti a podio la prima giornata di gare per il suo team, la vicentina Prema. Nell’evento della serie continentale di contorno alla celebre 24 ore, Maximilian Günther ha messo a segno due prestazioni costanti ed intelligenti, restando fuori dai guai in due partenze caratterizzate da contatti. Dopo aver chiuso terzo in gara-1, il ventenne tedesco ha condotto buona parte di gara-2, centrando un’altra terza piazza ed incrementando fino a quota 43 il suo vantaggio in testa al campionato. «In gara-1 ho fatto una buona partenza e dopo il primo giro ero secondo – spiega il leader della classifica generale – Poi però non ho potuto attaccare Norris perché il bilanciamento non era perfetto, e per lo stesso motivo anche Nikita è stato in grado di passarmi poco dopo. Il terzo posto era il massimo che potevo ottenere e nonostante il fatto che i nostri rivali siano stati più veloci nelle fasi finali, anche la terza posizione di gara-2 mi soddisfa. La partenza è stata nuovamente positiva e dopo aver guadagnato due posizioni ho iniziato una bella lotta con Callum, con cui mi sono scambiato la leadership più volte. Sono sicuro che faremo ulteriori progressi e sono fiducioso per domani».