31 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Inizia il weekend di gara della classe cadeta ad Assen

In Moto3 svetta il solito Martin, solo Di Giannantonio salva l'Italia

Jorge si porta davanti a tutti fin dalla prima giornata di prove libere della categoria inferiore, a tre decimi dal record del circuito. L'unico dei nostri talenti a inserirsi nelle prime posizioni è il suo compagno di squadra nel team Gresini, Fabio, che stacca il quarto tempo del venerdì

Fabio Di Giannantonio, migliore degli italiani nelle prove libere del venerdì ad Assen
Fabio Di Giannantonio, migliore degli italiani nelle prove libere del venerdì ad Assen Gresini Racing

ASSEN – Si è aperto oggi sullo storico tracciato di Assen, in Olanda, l’ottavo appuntamento stagionale del campionato del mondo Moto3. Il team Gresini ha trovato subito buone sensazioni con i suoi piloti Jorge Martin e Fabio Di Giannantonio, chiudendo la prima giornata di libere con la prima e la quarta posizione a referto. Il pilota più veloce di giornata è stato, neanche a dirlo, Jorge Martin. Lo spagnolo ha chiuso il venerdì di libere con il tempo di 1:42.414, ad appena tre decimi dal record del circuito appartenente a Jorge Navarro e datato 2015 (1:42.135). Per il numero 88 è stata una giornata importante per ritrovare feeling su un tracciato che non lo aveva visto tra i protagonisti lo scorso anno a causa di una lesione alla mano. «La prima sessione mi è servita a ritrovare i riferimenti su questo circuito visto che lo scorso anno a causa della frattura alla mano ho potuto fare solo dieci giri – racconta il recordman stagionale di pole – Mi sono trovato bene soprattutto con gomma usata, facendo buoni tempi e mantenendo un buon ritmo. Con gomma a mescola dura ho continuato a fare bene anche nel pomeriggio. Ci manca ancora mezzo secondo per trovare il ritmo giusto, ma quando ho montato la media, che sarà l’opzione più probabile per la gara, ho fatto davvero buoni giri, anche se c’è ancora da migliorare l’anteriore. Dobbiamo dare il massimo questo fine settimana e da qui alla fine della stagione: se domani piove, proveremo comunque a centrare un buon risultato».

Diggia migliore degli italiani
Ottima partenza dai blocchi per Fabio Di Giannantonio che con il quarto tempo di giornata può finalmente sorridere anche di venerdì, giornata di solito non troppo favorevole all’italiano. Il numero 21, tra i pochissimi a rompere la barriera dell'1:43, si ferma a poco più di mezzo secondo dal compagno di squadra. «Siamo finalmente partiti bene in una pista che non sia il Mugello – spiega il più veloce dei nostri giovani – Stamattina, nonostante non si apprezzi dai tempi registrati, avevamo già fatto bene girando da soli e trovando buone sensazioni. Nell’ultima uscita solo il traffico non mi ha permesso di chiudere con una buona posizione. Nel pomeriggio ho continuato in solitaria e con la gomma nuova abbiamo fatto un buon salto in avanti. C’è ancora margine, e con i problemi sull’anteriore ci stiamo arrivando: io sto adattando il mio stile di guida e la squadra sta lavorando alla grande per darmi un assetto più performante». Domani dalle 9 riprende l’azione in pista con la terza sessione di prove libere della classe cadetta. La lotta per la pole inizierà come sempre a partire dalle 12:35 ora locale.

Jorge Martin, il leader della prima giornata del Gran Premio d'Olanda in Moto3, ai box
Jorge Martin, il leader della prima giornata del Gran Premio d'Olanda in Moto3, ai box (Gresini)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal