11 agosto 2020
Aggiornato 05:00
Il numero 21 ora è sesto nel Mondiale

Il podio di Fabio Di Giannantonio salva la giornata dell'Italia in Moto3

Il romano del team Gresini è l'unico dei nostri a giocarsi le prime posizioni in un Gran Premio di Francia della classe inferiore per il resto dominato dalla doppietta spagnola di Joan Mir e Aron Canet. Diggia rimonta dalla sedicesima piazza sulla griglia di partenza fino al terzo posto all'arrivo

Fabio Di Giannantonio esulta per il terzo posto a Le Mans
Fabio Di Giannantonio esulta per il terzo posto a Le Mans Gresini Racing

LE MANS – Altra gara al cardiopalma per nella Moto3, in cui oggi a Le Mans è successo di tutto: una prima caduta (a causa di olio in pista) ha coinvolto praticamente tutti i primi dieci piloti della gara, obbligando ad una seconda partenza. La corsa è poi stata dominata dagli spagnoli, con la doppietta del leader di campionato Joan Mir davanti ad Aron Canet. A salvare la giornata per i colori italiani è rimasto il solo Fabio Di Giannantonio che, partito dalla quindicesima posizione, ha trovato ritmo e sicurezza giro dopo giro fino a concludere sul terzo gradino del podio. L’italiano è stato bravissimo a rimanere sereno nelle retrovie all’inizio per poi giocarsi addirittura il secondo posto, sfumato per una sbavatura nell’ultimo giro. Il numero 21 può comunque gioire per il secondo podio stagionale con il quale consolida la sesta piazza mondiale (51 punti a 8 lunghezze dal compagno di squadra). «Sono andato alla grande nella prima partenza, malissimo nella seconda – racconta il pilota romano del team Gresini – Da sedicesimo ho preferito non prendere rischi durante il primo giro dove tutti sono partiti molto aggressivi e poi giro dopo giro sono riuscito a recuperare fino al gruppo davanti. Pensavo di potermene andare, così a due giri dalla fine ho spinto, ma un altro errore all’ultimo giro mi ha levato la gioia del secondo posto. Comunque viste le premesse delle qualifiche dobbiamo essere soddisfatti». Il suo team manager Fausto Gresini ha analizzato così la gara di oggi: «Ovviamente è ottimo il podio di Fabio, ma deve migliorare in qualifica per potersi giocare la vittoria. Dobbiamo pretendere di più da noi stessi ed essere più avanti nei prossimi appuntamenti».