20 gennaio 2020
Aggiornato 06:00
Calcio

Corsa all’Europa: nonostante i brutti risultati, il Milan può sperare più degli altri

Il calendario e il pessimo andamento delle rivali permettono alla squadra di Montella di sorridere, anche se i rossoneri dovranno invertire la rotta nelle ultime quattro giornate di campionato

Un'immagine del Milan 2016-2017
Un'immagine del Milan 2016-2017 ANSA

MILANO - Due punti nelle ultime tre giornate, uno solo nelle sfide contro Empoli e Crotone: ci sarebbe poco da ridere in casa milanista con questi risultati, se non fosse che, nonostante tutto, la squadra di Montella resta in piena corsa per il sesto posto, anzi, classifica alla mano, i rossoneri godono tuttora dei favori del pronostico coi loro 59 punti che non saranno forse il massimo della vita, ma consentono ancora al Milan di mantenerne 3 di vantaggio sull’Inter e 4 sulla Fiorentina, vale a dire le dirette concorrenti nella corsa alla Coppa Uefa; concorrenti che, onestamente, non sembrano tanto migliori di un Milan incapace nell’ultimo mese di vincere contro Pescara, Empoli e Crotone. Ecco perché, a conti fatti, i rossoneri possono guardare con relativo ottimismo alle ultime quattro giornate di campionato: Inter e Fiorentina sono avversarie dall’andamento indecifrabile, sono squadre malate e in profonda crisi di identità, con molti più problemi di un Milan che almeno una sua identità l’ha trovata.

Calendario

Anche il calendario, poi, sembra strizzare l’occhio alla compagine di Montella, chiamata ad affrontare in sequenza le difficili gare contro Roma ed Atalanta, quindi le abbordabili sfide a Bologna e Cagliari, avversari senza più motivazioni in campionato; con 4 punti fra Roma ed Atalanta e dando per scontati i 6 contro Bologna e Cagliari, i rossoneri sarebbero certi del sesto posto, ma anche con due pareggi con giallorossi e bergamaschi e le due vittorie contro le squadre rossoblu, il Milan avrebbe ottime possibilità di qualificarsi per la Coppa Uefa, tenendo presente che l’Inter dovrà affrontare la Lazio all’Olimpico e che la Fiorentina, oltre a dover recuperare 4 punti ai rossoneri, ha sì un calendario abbordabile ma è formazione inaffidabile come dimostrato con le sconfitte contro Empoli e contro addirittura i resti del Palermo. Tre squadre in 4 punti, tre squadre in difficoltà, tre squadre con evidenti problemi: ma il Milan, fra le tre, appare essere quella con più vantaggi per agguantare un sesto posto forse non così prestigioso ma terribilmente importante per ritrovare l’Europa dopo tre anni di assenza.