18 gennaio 2020
Aggiornato 03:30
Calcio

Lodetti: “Milan, basta coi regali”

La qualificazione in Coppa Uefa è ancora possibile per gli uomini di Montella, a patto che abbiano un atteggiamento diverso rispetto alle ultime partite

Il gol di Trotta durante Crotone-Milan 1-1, ennesimo regalo dei rossoneri in questa stagione
Il gol di Trotta durante Crotone-Milan 1-1, ennesimo regalo dei rossoneri in questa stagione ANSA

MILANO - A quattro giornate dal termine del campionato, il Milan resta in corsa per il sesto posto, l’ultimo valido per la qualificazione in Coppa Uefa, nonostante non vinca da quasi un mese e nonostante le ultime due imbarazzanti prestazioni contro Empoli e Crotone, dalle quali la squadra di Montella è uscita con un solo punto all’attivo; questo perché le inseguitrici, Inter e Fiorentina, sono riuscite nella non facile impresa di fare peggio dei rossoneri rimanendo loro alle spalle. Ma con quattro gare ancora da disputare e 12 punti in palio, il Milan deve assolutamente cambiare registro per non vanificare la corsa all’Europa e lasciare ancora una volta i rossoneri fuori dalle competizioni continentali; ne è convinto anche Giovanni Lodetti, ex centrocampista del Milan anni sessanta e settanta, che a proposito della formazione di Montella afferma: «E’ inconcepibile che in più partite il Milan regali almeno mezz’ora agli avversari; è successo col Torino, col Napoli, con l’Inter stessa e per ultimo domenica col Crotone. Cosa accada in quei momenti alla squadra può saperlo solamente Montella, ma è chiaro che con questi regali l’Europa non si raggiunge. Possibilità del Milan di raggiungere la Coppa Uefa? Ci sono e sono intatte rispetto a due settimane fa nonostante i punti persi nelle ultime partite, ma adesso occorre che i rossoneri vincano almeno una delle sfide contro Roma ed Atalanta, altrimenti la vedo molto dura». Visti gli avversari e visto il rendimento del Milan nell’ultimo mese, insomma, c’è poco da stare allegri.