28 giugno 2017
Aggiornato 16:00
Calcio

Verso Milan-Empoli: la carica di Montella

Domenica a San Siro arrivano i toscani ormai quasi salvi: dopo il pari nel derby, i rossoneri sono chiamati ad un successo fondamentale in chiave europea

Vincenzo Montella, allenatore del Milan
Vincenzo Montella, allenatore del Milan (ANSA)

MILANO - Il pareggio di sabato scorso nel derby contro l’Inter assomiglia molto più ad una vittoria per un Milan in piena corsa per un posto in Coppa Uefa e chiamato domenica a San Siro (inizio ore 15) alla sfida contro l’Empoli, formazione salva al 90% con 5 punti di vantaggio sul terz’ultimo posto, peggior attacco d’Europa, appena 4 punti nelle ultime 8 partite. Con la frenata di Lazio ed Atalanta (oltre all’Inter), le possibilità dei rossoneri di agguantare anche qualcosa in più del sesto posto sono rimaste intatte e il calendario delle ultime 6 giornate sorride alla formazione di Montella, chiamata a vincere ad ogni costo domenica contro l’Empoli dopo aver travolto il Palermo nell’ultima gara disputata a San Siro ed aver poi acciuffato il pareggio contro l’Inter. Per questo Vincenzo Montella, oltre a pianificare con Fassone e Mirabelli la prossima stagione, sta strigliando i suoi calciatori in vista della gara di domenica, ricordandogli il pessimo atteggiamento di Pescara che ha causato il clamoroso ed inopinato pareggio contro l’ultima in classifica, nonché l’ottima prova col Palermo, stracciato già nel primo tempo. Battere l’Empoli per consolidare la classifica e sfruttare gli eventuali passi falsi delle rivali (situazioni neanche così infrequenti, peraltro) per raggiungere quell’Europa che dalle parti di Milanello manca da ormai 3 anni.