26 maggio 2020
Aggiornato 04:30
A punti anche altri due portacolori della vicentina Prema

Mick Schumacher, ottimo esordio in F3: subito sul podio dei debuttanti

Il figlio della leggenda della Formula 1 Michael comincia bene la sua carriera nella categoria propedeutica, concludendo la sua prima gara sul difficile circuito di Silverstone all'ottavo posto assoluto e terzo tra i rookie

SILVERSTONE – Podio tra i rookie per Mick Schumacher, che alla prima apparizione in Formula 3 ha regalato una prova brillante su una pista particolarmente insidiosa. Per lui sono arrivati l’ottavo posto assoluto e la terza posizione tra i debuttanti. «Sono soddisfatto di essere arrivato a punti nella mia prima gara – sorride il figlio d'arte – La vettura era veloce ed è stato divertente battagliare, anche se sfortunatamente ciò mi ha privato di un po’ di performance nel finale, quando ho dovuto lasciar passare Harrison e Guanyu. Non vedo l’ora di tornare in pista e battagliare ancora domani».

Schumi Jr in lotta con Mawson in gara-1 a Silverstone
Schumi Jr in lotta con Mawson in gara-1 a Silverstone (F3)

Così i suoi compagni di squadra
Nonostante le difficili condizioni meteo incontrate a Silverstone, il team Prema ha già messo a segno due piazzamenti a podio nell'appuntamento d'apertura del campionato europeo di F3. La prima corsa della stagione è iniziata dietro alla safety car a causa della pioggia che, pur se leggera, ha reso difficile la gestione delle vetture, tutte al via con gomme slick. La vettura di sicurezza è poi tornata in pista anche in un secondo momento, riducendo i giri utili a disposizione. Con una prova intelligente, Maximilian Günther ha conquistato un ottimo terzo posto, assicurandosi il primo trofeo della stagione: il diciannovenne tedesco ha gestito al meglio la bagarre e le condizioni atmosferiche. «Penso che in una corsa così difficile, specie quando si è all'inizio della stagione, occorra saper evitare rischi inutili – spiega – Certo ho cercato di fare tutto quello che potevo per andare all'attacco ma era necessario restare in pista. Dopo il testacoda del mio compagno di scuderia mi sono ritrovato secondo, ma Jake Dennis, che era dietro di me, è riuscito a passarmi prima della safety car. Nelle fasi finali, con la pista quasi asciutta, ero più veloce di lui ma le condizioni erano troppo rischiose. Era importante portare a casa dei punti, e ne abbiamo segnati 15. È un ottimo inizio su cui costruire le due gare finali del weekend». Bella battaglia quella del giovane tedesco col compagno di scuderia Guanyu Zhou. Alla fine, il cinese della Ferrari Driver Academy è riuscito ad imporsi chiudendo al settimo posto e conquistando punti preziosi. «Ad inizio gara ho tentato di difendermi ma il tracciato era in condizioni difficili e ho perso una posizione – racconta il giovane del vivaio di Maranello – La fase centrale della corsa è stata più noiosa con i giri dietro la safety car ma successivamente ho avuto una bella battaglia con Mick, dura ma corretta e mi sono molto divertito. Dobbiamo continuare a migliorarci per domani, puntando alla top 5».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal