25 settembre 2020
Aggiornato 09:00
Calcio

Michele Plastino a Sky: “Al Milan non servono i cinesi”

La questione legata al passaggio di proprietà della società rossonera tiene ancora banco nel mondo del calcio

MILANO - Il campionato è ripreso dopo la sosta natalizia, ma nell’ambiente del Milan si continua a parlare quasi esclusivamente della cessione societaria che in primavera dovrebbe concretizzarsi, con Silvio Berlusconi a lasciare il posto alla cordata cinese rappresentata dalla Sino-Europe Sports. Ad intervenire sulla questione ci ha pensato anche Michele Plastino, noto giornalista televisivo dell’emittenza privata romana, ospite degli studi di Sky Sport e che a proposito del Milan ha affermato: «La stagione sta andando bene e penso che anche sotto l’aspetto societario al Milan non siano indispensabili i soldi provenienti dalla Cina, anzi, ritengo che i rossoneri potrebbero tranquillamente proseguire anche con Berlusconi». Il bel campionato della squadra di Montella sta probabilmente facendo dimenticare a molti che l’era berlusconiana è tramontata da un pezzo: il Milan ha le casse vuote e l’attuale presidente non vuole rimpinguarle, anzi, ha ripetuto più volte che se la vendita della società saltasse, l’organico verrebbe composto esclusivamente da ragazzini italiani, anche più di ciò che si sa verificando ora. Una soluzione drastica e tecnicamente terrificante perché nessuna società al mondo ha mai vinto nulla con rose simili e, soprattutto, nessuno può garantire che il miracolo di Montella possa ripetersi anche in futuro. Al Milan i soldi dei cinesi servono eccome, servono per far tornare i rossoneri una delle migliori squadre d’Europa.