11 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Mihajlovic rilancia: “La Supercoppa vinta dal Milan è merito mio”

L’ex allenatore rossonero gonfia il petto e si rende merito da solo per il trofeo da poco messo in bacheca dalla formazione di Montella

TORINO - Sinisa Mihajlovic e il Milan non si sono lasciati benissimo dopo l’esonero del serbo lo scorso aprile, l’arrivo di Cristian Brocchi e il successivo ingaggio di Vincenzo Montella, l’uomo che sta riportando in alto i rossoneri dopo anni di delusioni e bocconi amari. Eppure ancora oggi nessuno ha capito perché Mihajlovic sia stato cacciato, soprattutto in un modo assai mortificante ed umiliante da un Berlusconi che poco aveva capito (o forse poco voleva capire) di un Milan disastroso e disastrato, sesto ed in Europa al momento dell’esonero dell’attuale tecnico del Torino, settimo e fuori dalle competizioni continentali al termine del campionato. La stagione del serbo a Milanello non è stata del tutto negativa, anzi, l’ex calciatore di Lazio e Sampdoria aveva fatto il possibile col materiale umano a disposizione, portando anche la squadra in finale di Coppa Italia, quella stessa finale persa poi da Brocchi all’Olimpico di Roma contro la Juventus, ma che ha in ogni caso consentito ai rossoneri di disputare la Supercoppa Italiana lo scorso 23 dicembre.

Diamo a Sinisa ciò che è di Sinisa

E proprio la vittoriosa gara in Supercoppa contro la Juve (primo trofeo milanista da cinque anni a questa parte) ha permesso a Mihajlovic di togliersi un altro sassetto da quella scarpa indossata a Milanello che ha procurato allo slavo qualche callo di troppo: «Non ho visto la partita, ero a teatro con mia moglie - afferma l’allenatore del Torino - ma poi mi ha telefonato Galliani per ringraziarmi, ammettendo che effettivamente questo successo del Milan è anche merito mio che ho condotto l’anno scorso la squadra in finale di Coppa Italia. Sono contento per i giocatori, se lo meritavano». Nessuna parola su Silvio Berlusconi, a parte un frettoloso: «Mi trovo meglio con Urbano Cairo, c’è più sintonia», ennesimo segno di una coppia che non si è davvero mai sopportata. Altro che Guerra dei Roses….