12 dicembre 2019
Aggiornato 03:30

Nasce il team di Max Biaggi: «Per aiutare i giovani». Come la Vr46...

Presentato nel paddock di Valencia l'accordo tra il Corsaro e la Mahindra. Il sei volte iridato sarà team manager della squadra ufficiale del costruttore indiano nel Campionato italiano velocità e ambasciatore del marchio

VALENCIA – La squadra di Max Biaggi è realtà. Il sei volte campione del mondo ha ufficializzato oggi nel paddock del Gran Premio di Valencia il nuovo capitolo della sua lunga vita sportiva, di cui si sussurrava ormai da settimane: dall'anno prossimo sarà team manager della squadra ufficiale Mahindra in classe Moto3 nel campionato italiano velocità (e in alcune gare del Mondiale Junior Cev). A difendere i colori del costruttore indiano, Biaggi ha voluto due giovani talenti nostrani, Alessandro Del Bianco e Davide Baldini. «La mia passione per le corse è ancora fortissima – ha dichiarato il Corsaro – e sento la necessità di restituire qualcosa alla comunità motociclistica italiana. Con questo progetto spero di aiutare i giovani italiani a raggiungere il loro sogno di correre e vincere nel Mondiale». Insomma, un po' lo stesso obiettivo che il suo rivale di sempre, Valentino Rossi, si è posto ormai da qualche anno con la sua Vr46 Academy.

Tra Italia e India
Con questo accordo, però, Max lega anche il suo nome notissimo a quello della emergente casa asiatica, diventandone ambasciatore e testimonial nel mondo: «Nel 2016 hanno dimostrato progressi incredibili – afferma – e per me è chiaro che la Mgp3o è una moto capace di vincere il titolo. Mi sono avvicinato a loro perché so che insieme potremo lottare per il successo e loro hanno offerto a me, al mio team e ai miei piloti un supporto grandioso, per cui li ringrazio molto. Sono sicuro che il 2017 sarà un anno straordinario per entrambi». Altrettanto entusiasta si dice l'amministratore delegato Mufaddal Choonia: «Siamo concentrati ad aiutare i giovani a realizzare i loro sogni e questo è anche l'obiettivo di Max nel suo nuovo ruolo di team manager. Lui ha vinto molto a tutti i livelli e sa cosa ci vuole per trionfare. La sua scelta della Mahindra come partner è una grande testimonianza di fiducia nei confronti del nostro marchio e della nostra moto. L'Italia, in particolare, è un mercato importante e che continuerà a produrre dei talenti meravigliosi». E tra questi talenti italiani, da oggi, ce ne saranno almeno un paio targati Max Biaggi.