17 febbraio 2020
Aggiornato 16:00
Calcio

Brocchi: “Un peccato se Maldini non torna al Milan”

L’allenatore del Brescia, ex rossonero, spera ancora che il suo vecchio capitano possa rientrare nei quadri dirigenziali del club milanista

VERONA - Reduce dal prestigioso e brillante 2-2 del suo Brescia sul campo del fortissimo Verona, Cristian Brocchi, ex giocatore ed allenatore del Milan, è stato sollecitato sull’ipotesi, ormai quadi del tutto tramontata, di rivedere Paolo Maldini in rossonero, stavolta come dirigente della nuova scocietà con a capo la cordata cinese e Marco Fassone: «Io non conosco bene la situazione e non vorrei entrare in faccende che non mi competono - afferma Brocchi - ma quello che posso dire è che ho conosciuto Paolo tanti anni fa ed è una persona splendida, oltre che un professionista eccellente. Leggo che potrebbe tornare al Milan con qualche incarico dirigenziale e sinceramente me lo auguro, anzi, dico che se non succede è un vero peccato, Paolo Maldini è la storia di quella società e sarebbe fantastica una riorganizzazione con la sua faccia in primo piano». Forse è proprio questo il problema: Maldini non vuole essere il cartellone pubblicitario del nuovo Milan cinese, l’attore non protagonista che porta gente al botteghino, Maldini vuole essere parte integrante della nuova dirigenza, avere una parte attiva nella scelta dei nuovi componenti dello staff e non arrivare a giochi fatti, leggi Massimo Mirabelli già presentato come direttore sportivo. Ci ripenserà accettando il ruolo di direttore tecnico offertogli da Fassone? Difficile.