19 novembre 2019
Aggiornato 00:30

Milan e Cuadrado: matrimonio in vista

Conte ha scaricato l’ala colombiana che preme per tornare in Italia e ritrovare Montella, l’allenatore che a Firenze ne liberò talento e fantasia

MILANO - Il Milan continua ad inseguire Juan Cuadrado e il tempo che passa avvantaggia sempre più i rossoneri che sanno di contare sulla volontà del calciatore di tornare in Italia e sull’esigenza del Chelsea (proprietario del cartellino del colombiano) di mandare a giocare e magari a giugno 2017 piazzare a titolo definitivo un elemento inutilizzato e inutilizzabile, tanto che Antonio Conte, nuovo allenatore della squadra londinese, non ha usato mezzi termini per affermare che «Cuadrado al momento è un giocatore del Chelsea, domani chissà». Già, chissà: domani Cuadrado potrebbe essere un nuovo rinforzo per il Milan di Montella, un tecnico che conosce benissimo l’ala sudamericana avendone valorizzato le potenzialità e le qualità ai tempi della Fiorentina; proprio per questo il colombiano spinge per la soluzione rossonera, dopo aver capito che a Londra non avrebbe spazio e che la Juventus, suo ultimo club dove ha giocato in prestito nella scorsa stagione vincendo scudetto e Coppa Italia, non ha intenzione di riprenderlo, specialmente dopo l’arrivo a Torino della promessa croata Pjaca. Cuadrado andrebbe a completare l’attacco milanista aggiungendo velocità ed imprevedibilità, colmando il buco sulla destra nel 4-3-3 che Montella ha in mente per il suo Milan, un Milan che lentamente inizia a prendere forma.