29 marzo 2020
Aggiornato 14:30
Piloti italiani crescono

Valentino cade, ma il suo team stravince in Moto3

A salvare la giornata di Rossi ad Austin ci pensa Romano Fenati, uno dei giovani talenti del suo Sky VR46 Racing team, che fa il vuoto sulla pista texana e porta a casa il suo primo successo dell'anno nella classe inferiore

Romano Fenati sul gradino più alto del podio di Austin
Romano Fenati sul gradino più alto del podio di Austin

AUSTIN – Gara da vero protagonista ad Austin per Romano Fenati, vincitore del Gran Premio delle Americhe: il talento dello Sky Racing Team VR46, dopo 18 giri all’attacco, taglia il traguardo in prima posizione con un distacco di oltre 6 secondi da Jorge Navarro, riportando così il tricolore sul gradino più alto del podio.

Una gara da campione
Partito dalla quinta casella della griglia di partenza, Romano aggancia subito il treno dei primi, portandosi al secondo posto. A 11 tornate dal termine, sfruttando un piccolo errore del suo avversario, Fenati prende la testa della corsa e inizia a impostare un ritmo costante, che gli permette di creare un’importante margine rispetto agli inseguitori. Grazie a questa vittoria, l’italiano è terzo nella classifica iridata con 38 punti. Per lui è la prima vittoria della stagione 2016, la sesta con lo Sky Racing Team VR46. «È stata una gara incredibile – racconta Fenati – Sono partito subito forte, ma Navarro mi sembrava imprendibile. Sono rimasto concentrato e l’ho agganciato poco dopo metà gara. Una volta in testa ho tenuto un ritmo costante sino al traguardo e sono riuscito a creare un piccolo margine per poter controllare la situazione. Grazie a tutto il team per il grande lavoro fatto questo inverno e in questo weekend: siamo sulla giusta strada. Avevo un ottimo feeling e sono riuscito a spingere al massimo».

Fenati taglia il traguardo da vincitore
Fenati taglia il traguardo da vincitore (VR46)

Bene anche i suoi compagni
Giornata positiva anche per l’esordiente Nicolò Bulega, che non ha tradito le attese conducendo una gara all’attacco, sempre tra i primi dieci, e chiudendo al 10° posto, e Andrea Migno, anche lui a punti con il suo 15° posto. «È una grande vittoria per Romano, ma anche per tutto il team – conclude il team manager Pablo Nieto – Abbiamo fatto un ottimo lavoro durante la pre season e stiamo iniziando a raccoglierne i frutti. Sono davvero soddisfatto: dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione. È stata una gara positiva anche per Nicolò e Andrea: il primo ha tagliato il traguardo al decimo posto su una pista difficile e tecnica, che ha visto per la prima volta venerdì. Andrea ha centrato l’obiettivo zona punti dopo un weekend difficile. Siamo carichi per la gara di Jerez».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal