1 aprile 2020
Aggiornato 07:30
Calcio - Nazionali

Capello, zar di Russia: «Resto ct fino al 2018»

Indifferente alle polemiche esplose dopo la prematura eliminazione della Russia in Brasile, il tecnico friulano rilancia i suoi obiettivi: «Sto studiando il russo e lavorerò duro per preparare al meglio gli Europei in Francia e il Mondiale in casa nostra».

MOSCA - Dubbi non ce n’erano, visto il contratto sontuoso che lo lega alla Federazione russa fino al 2018, ma Fabio Capello ha tenuto a smontare ogni possibile illazione sul suo futuro: resterà sulla panchina della Russia fino ai prossimi Mondiali. «L'altroieri - racconta Capello in conferenza stampa - ho partecipato alla commissione tecnica della Federazione, ho letto di mie presunte frasi contro i giocatori ma mai nella mia vita e nella mia carriera ho parlato male dei calciatori. Sarei un imbecille se l'avessi fatto nei confronti, ad esempio, di un portiere come Akinfeev, che e' un grande e con il quale continuerò a lavorare».

STO STUDIANO LA LINGUA E LA CULTURA RUSSA - Capello guarda avanti: «Abbiamo avuto una riunione, programmando diversi progetti. Ci sono tante cose che vogliamo portare avanti, ma la cosa più importante è trovare la gente in grado di realizzare questi progetti. Sono arrivato in Russia per lavorare già in ottica delle qualificazioni agli Europei: sto studiando il russo, conoscendo di più la cultura russa. Mi piace andare nelle chiese e nei musei».

MAI DETTO CHE AVREMMO RAGGIUNTO I QUARTI - Quanto alla delusione in Brasile, Capello ricorda che «i preparativi per il torneo sono stati di buon livello, ma non ho mai sostenuto che avremmo raggiunto i quarti. Ho detto che avremmo potuto superare il gruppo, diventare un outsider. Nei prossimi quattro anni il nostro obiettivo principale deve essere il Mondiale in Russia. E allo stesso tempo dobbiamo approdare agli Europei in Francia. Sono due progetti per me separati. Lavoriamo in questo senso, per ottenere dei buoni risultati».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal