13 dicembre 2019
Aggiornato 09:00

Alonso: Giornata inutile

Fernando Alonso liquida così il venerdì di prove libere sul circuito di Silverstone, dominato da Hamilton su McLaren, dove domenica è in programma la nona prova del Mondiale di Formula 1

SILVERSTONE - «Abbiamo fatto pochissimi giri a causa della pioggia e del fatto che, con un numero di treni di gomme da bagnato limitato dal regolamento, non aveva alcun senso girare». Fernando Alonso liquida così il venerdì di prove libere sul circuito di Silverstone, dove domenica è in programma la nona prova del Mondiale di Formula 1.

Una sessione compromessa dalla forte pioggia caduta sulla pista britannica: «Meglio conservare gli pneumatici - spiega il pilota della Ferrari -, anche perché le previsioni non sono certo incoraggianti: dovrebbe piovere tutto il week-end».
«In altre circostanze, con un week-end magari sull'asciutto, avremmo potuto girare di più - aggiunge il pilota spagnolo - ma in queste condizioni, come ho detto prima, non era davvero il caso. La macchina sul bagnato sembrava a posto ma era praticamente impossibile stabilire dov'eravamo rispetto agli altri».
«Sabato mattina - continua Alonso - speriamo almeno di poter fare qualche giro sull'asciutto per avere almeno un'idea di massima sul comportamento delle Soft e delle Hard, le mescole portate qui dalla Pirelli. L'uscita di pista alla fine? C'era aquaplaning e la vettura è scivolata via. Peccato per l'ala anteriore, ora vedremo se riusciremo a ripararla».

Hamilton domina le seconde libere - Sul circuito di Silverstone Lewis Hamilton firma il miglior tempo (1'56:345) nella seconda sessione di libere del Gp di Gran Bretagna, nono appuntamento del mondiale di Formula 1. La pioggia, caduta abbondantemente in mattinata, ha caratterizzato anche le prove del pomeriggio. Dietro all'inglese della McLaren si è piazzato il giapponese della Sauber, Kamui Kobayashi a 129 millesimi. Terzo il sette volte campione del Mondo Michael Schumacher con la Mercedes a due decimi dall'inglese. Male le Ferrari con il decimo tempo di Fernando Alonso (1'59:015) ed il quindicesimo di Felipe Massa ad oltre 4 secondi da Hamilton. Negativa anche la prova di Vettel, soltanto tredicesimo. Nel finale, bandiera rossa per il fuoripista di Bruno Senna che ha distrutto la sua monoposto dopo aver perso la vettura improvvisamente a causa dell'aquaplaning.