3 dicembre 2020
Aggiornato 02:00
Olanda

Ajax accetta 7 turni di squalifica per Suarez

La Federazione olandese aveva avanzato la richiesta al club dopo il morso sul collo al centrocampista Otman Bakkal del Psv Eindhoven

AMSTERDAM - Luis Suarez e l'Ajax hanno accettato la proposta di 7 giornate di squalifica avanzata dalla Federcalcio olandese dopo l'episodio che ha visto protagonista domenica scorsa l'attaccante uruguaiano, che ha rifilato un morso sul collo del centrocampista Otman Bakkal del Psv Eindhoven in un match di campionato finito 0-0.

L'Ajax aveva sospeso il calciatore per 2 giornate, ma questa mattina aveva ricevuto dalla Federcalcio l'invito a fermare Suarez per 7 turni, per evitare di trascinare il caso davanti alla commissione disciplinare. L'Ajax aveva tempo fino a questa sera per rispondere all'invito della federazione. Suarez è stato accusato di condotta violenta per avere morso Bakkal. Il De Telegraaf ha ribattezzato il giorno dopo il calciatore come il «cannibale dell'Ajax».
La squalifica impedirà a Suarez di giocare in campionato fino al prossimo 4 febbraio. L'uruguaiano, quindi, avrà a disposizione fino a quel punto un solo match, quello contro il Milan a San Siro l'8 dicembre per l'ultima ed ininfluente (l'Ajax è già eliminato) partita del Gruppo G di Champions League. Nel richiedere la squalifica, la Federcalcio olandese ha preso in esame anche il curriculum del calciatore, che ad inizio stagione aveva ricevuto un turno di squalifica con la condizionale per l'espulsione rimediata nella Supercoppa olandese.