21 settembre 2019
Aggiornato 17:30

Fifa, la tentazione del numero 2: quasi quasi mi candido

Il Vicepresidente Chung potrebbe sfidare il presidentissimo Blatter

LONDRA - Tra Sepp Blatter e il quarto mandato alla presidenza della Fifa si alza un nuovo ostacolo asiatico. O meglio, si potrebbe alzare. Il vicepresidente della Fifa, il sudcoreano Chung Mong-Joon, ha fatto sapere di meditare una candidatura alle elezioni in programma nel maggio del prossimo anno segnalando tuttavia di essere indeciso sul da farsi. Dopo l'improvviso ripensamento del presidente della confederazione asiatica, Mohamed bin Hammam, Blatter si era ritrovato nella comoda posizione di unico candidato alla carica di massimo dirigente del pianeta calcio. Oggi, invece, la sorpresa. «Per tenere in salute una grande organizzazione come la Fifa occorre una sana competizione», ha detto il 58enne Chung preannunciando la sua possibile candidatura. L'intenzione è concreta? Chung fa capire di essere incerto e manda messaggi: «Prima non ci pensavo seriamente, ma ora ci voglio riflettere. E' ancora presto», ha detto, «per dire che a maggio non ci saranno sfidanti». Blatter, 74 anni, è presidente della Fifa dal 1998. Nel 2007 ottenne la riconferma senza candidati antagonisti.