28 febbraio 2021
Aggiornato 10:00
Sesso con minorenne

Ribery e Benzema formalmente accusati

I due nazionali francesi rilasciati dopo un lungo fermo di polizia a Parigi

PARIGI - I due calciatori della nazionale francese Franck Ribery e Karim Benzema sono stati formalmente accusato di avere avuto una relazione sessuale a pagamento con una prostituta minorenne. Lo ha deciso il giudice istruttore del tribunale di Parigi, che questo pomeriggio ha esaminato la posizione del fantasista del Bayern Monaco e dell'attaccante del Real Madrid, da questa mattina tenuti in stato di fermo dalla sezione antiprostituzione della polizia francese (Brp) presso l'Ile de la Cite (Parigi). Ribery è stato il primo a comparire davanti al giudice e dopo la formalizzazione dell'accusa è stato rilasciato dopo 7 ore complessive di fermo. Successivamente è stata la volta di Benzema, rilasciato anche lui. Lo stato di Ribery e Benzema indica che il giudice li ritiene autori o complici del reato di cui sono sospettati. In caso diverso, la legge francese prevede per l'indagato il riconoscimento del semplice ruolo di testimone assistito.

L'INCHIESTA - L'inchiesta è quella che vede coinvolti diversi calciatori francesi di primissimo piano, accusati di frequentare le prostitute che avevano come ritrovo lo Zaman Cafe, sugli Champs-Elysees. Tra le ragazze coinvolte, il nome più noto è quello legato dell'ormai famosissima Zahia Dehar, le cui rivelazioni hanno dato il via alle indagini. Zahia aveva dichiarato di avere frequentato Ribery nel 2009 e Benzema nel 2008, ancora da minorenne, ma anche l'altro nazionale Sidney Govou (del Lione) nel marzo del 2010, quando però aveva già compiuto 18 anni. Avere prestazioni sessuali a pagamento con una minorenne in Francia può portare ad una condanna fino a 3 anni di reclusione.