8 maggio 2021
Aggiornato 22:00
Calcio francese

Blanc: restituire alla Francia una linea da seguire

Il nuovo ct si presenta: «I bleus appartengono a tutti. Per me la nazionale è sempre stato il top»

PARIGI - Con l'obiettivo di restituire al calcio francese quella credibilità «gravemente offesa» dal comportamento di certi calciatori ai Mondiali sudafricani, Laurent Blanc si è presentato oggi ai media come nuovo commissario tecnico della nazionale. «La prima cosa sarà dettare una linea e far sì che tutto il gruppo la segua», ha detto Blanc.

Dopo l'eliminazione al primo turno e le polemiche che hanno accompagnato la nazionale francese in Sudafrica, al quarantaquattrenne ex tecnico del Bordeaux, chiamato a rimpiazzare il ct uscente Raymond Domenech, spetterà un compito molto difficile. «La nazionale ha detto - Blanc - però non è solo un affare mio, la nazionale è di tutti. Non appartiene a una sola persona. E io ora ho la coscienza di rappresentare tutto questo, so quali sono i miei diritti e i miei doveri».

Una sola cosa Blanc si sente di non dover dimostrare: «Il mio attaccamento alla maglia della nazionale non potrà mai essere messo in discussione», ha detto il neo ct dei bleus. «Occupare questo posto mi rende molto fiero. Per me la nazionale è sempre stato il top. E' sempre stato il filo conduttore della mia carriera. La nazionale francese è al di sopra di tutto».