28 febbraio 2021
Aggiornato 10:00
Calcio francese nella bufera

Bleus e prostitute, Ribery-Benzema-Govou nei guai

Le Monde svela le dichiarazioni della ragazza Zahia D. agli investigatori

PARIGI - Si chiama Zahia D. e oggi ha 18 anni e si prostituisce dal 2008: è la ragazza che con i suoi racconti ha «incastrato» Franck Ribery, Sidney Govou e Karim Benzema, i tre nazionali francesi finiti al centro di un'inchiesta che li vede accusati per avere avuto relazioni sessuali a pagamento con una minorenne. A meno di due mesi dal Mondiale in Sudafrica, un durissimo colpo per la nazionale blues. Zahia - riporta oggi Le Monde - ha raccontato agli investigatori della sezione per la repressione dello sfruttamento della prostituzione di avere avuto relazioni con i tre calciatori tra il 2008 e il 2009, quindi da minorenne.

Per quanto riguarda Ribery, attaccante del Bayern Monaco, i fatti sarebbero riferiti alla primavera del 2009, quando avrebbe pagato anche dei voli aerei per la Germania alla ragazza, all'epoca diciassettenne. In questo casa la ragazza avrebbe però detto agli investigatori di avere fatto credere a Ribery di essere maggiorenne. Interrogato lui stesso, Ribery ha confermato di avere avuto una relazione sessuale con la prostituta, di averle pagato l'aereo, ma ha negato di avere sborsato la somma di 2.000 euro per la «prestazione», ma soprattutto di ignorare che la ragazza fosse minorenne. Benzema, attaccante del Real Madrid, dovrà essere prossimamente ascoltato dagli inquirenti. Zahia avrebbe raccontato di avere avuto una relazione con lui nel 2008, quando aveva 16 anni. Govou, attaccante del Lione, avrebbe passato una notte con Zahia nel marzo scorso, quindi quando la ragazza era già divenuta maggiorenne. Secondo il suo avvocato, Govou non avrebbe corrisposto un pagamento.

In caso di condanna per relazione sessuale con una prostituta minorenne, in Francia si rischia fino a un massimo di 3 anni e mezzo di carcere e una multa di 45mila euro. L'inchiesta ha preso corpo nel settembre del 2009 e lo scorso 12 aprile gli investigatori sono arrivati a circoscrivere i fatti attorno allo Zaman Café, il locale degli Champs Elysees frequentato dai calciatori della nazionale francese. Locale frequentato da 18 prostitute, molte delle quali giovanissime.