26 maggio 2020
Aggiornato 03:00
Formula 1

Renault: azione legale contro Piquet junior e senior

Per scuderia si tratta di false dichiarazioni ed estorsione

MONZA - La Renault ha presentato una denuncia in Francia contro Nelson Piquet e il figlio per le accuse mosse dai due alla scuderia francese. Il pilota brasiliano, Piquet Junior, ha dichiarato alla Federazione internazionale di automobilismo di aver causato volontariamente un incidente nel Gp di Singapore del 2008 su richiesta dei vertici della scuderia per favorire il compagno di squadra Fernando Alonso con l'ingresso della safety car.

«La Fia ha annunciato di aver convocato una riunione straordinaria del Consiglio Mondiale per il 21 settembre», ha spiegato la Renault in un comunicato. «Oggi la ING Renault F1 Team e il direttore Flavio Briatore hanno intrapreso un procedimento legale contro Nelson Piquet Junior e Nelson Piquet Senior in Francia».

La scuderia francese considera «false» le dichiarazione del pilota, alla stregua di una «estorsione» al fine di conservare il posto al volante della monoposto per il 2009. Un'analoga denuncia è stata presentata anche in Gran Bretagna.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal