21 settembre 2019
Aggiornato 06:30

F1, Mondiale 2010: team si iscrivono con riserva, palla a Mosley

Le scuderie rispettano la scadenza, ma dettano condizioni

PARIGI - Le scuderie della Fota, l'associazione dei team di Formula 1, si sono iscritte con riserva al Mondiale del prossimo anno. Il nuovo importante capitolo che si aggiunge al lungo braccio di ferro all'interno del circus è arrivato nel pomeriggio di ieri, con il comunicato - per la verità atteso - delle scuderie «ribelli», che annunciano l'iscrizione al prossimo Mondiale ma, contemporaneamente, chiedono che nel campionato 2010 si osservi un regolamento ricalcato su quello in vigore nella stagione attuale. Le uniche modifiche al regolamento, nel 2010, sarebbero quelle proposte dalla Fota alla Fia. L'accordo tra i team e la federazione, che dovrebbe prevedere una riduzione dei costi più graduale rispetto al tetto dei 44 milioni di euro stabilito dalla Fia, sembra ora più vicino, anche se l'ultima parola spetta sempre a Max Mosley.

RIDUZIONE COSTI - Le 10 scuderie che partecipano quest'anno al mondiale hanno ribadito di voler collaborare per la riduzione dei costi di gestione del circus, nodo della crisi che ha diviso i team e la Fia e provocato la rottura di cui si è fatta portavoce la Ferrari. La Fota ha precisato che «nei prossimi tre anni» verrebbero adottate misure concrete per «ridurre sostanzialmente» i costi connessi alla partecipazione delle singole scuderie al Mondiale di Formula 1. La strada individuata dai team, si sostiene nella nota, consentirebbe di «preservare la competizione tecnologica e la sfida sportiva, facilitando al contempo l'ingresso di nuove scuderie nel campionato di Formula 1».

La riserva espressa dai team all'atto dell'iscrizione odierna è duplice. Oltre alla questione legata al regolamento per il Mondiale 2009, i team - guidati dalla Ferrari nella protesta contro le novità volute dalla Fia - hanno chiesto che tutte le componenti del campionato di Formula 1 firmino il Patto della Concordia entro il prossimo 12 giugno. La Fota ha assicurato che la firma sul Patto, la carta che regola i principi della Formula 1, garantirà una rinnovata stabilità e la partecipazione delle scuderie al Mondiale fino al 2012.

Le iscrizioni depositate oggi dalla Fota riguardano nove delle dieci scuderie iscritte al Mondiale di quest'anno: Ferrari, Brawn, Bmw Sauber, Force India, McLaren, Red Bull, Renault, Toro Rosso e Toyota. La decima scuderia della Fota, la Williams, ha deciso di iscriversi singolarmente senza attendere una decisione collegiale dell'associazione. La rottura tra i team e la Fia aveva portato Ferrari, Renault ed altre scuderie a minacciare di abbandonare il Mondiale di Formula 1 a partire dal 2010.