3 aprile 2020
Aggiornato 22:30
Cala il sipario sul nido del National Stadium di Pechino

Chiuse le Olimpiadi di Pechino. L'Italia è nona

La squadra italiana torna a casa con 28 medaglie: 8 ori, 10 argenti, 10 bronzi

Cala il sipario sul nido del National Stadium di Pechino, con una cerimonia di chiusura spettacolare e perfetta in ogni dettaglio, come l'edizione dei Giochi Olimpici 2008 in cui i padroni di casa hanno stravinto: 100 medaglie conquistate, 2 milioni di volontari, più di 90 milioni di biglietti venduti. Durante la cerimonia, passaggio di consegne agli inglesi - con un simbolico calcio d'inizio di David Beckham - che dopo i «numeri» di Pechino dovranno rimboccarsi le maniche in vista del 2012.

L'Italia torna a casa con 28 medaglie, quattro in meno rispetto ad Atene 2004. L'ultima, guadagnata in extremis, dal pugile Roberto Cammarelle, che ha vinto l'oro mettendo ko il rivale cinese. Quarto gradino del podio, invece, per il volley maschile battuto dalla Russia e per la squadra della ritmica, con un contestatissimo verdetto della giuria. Delusione anche per Baldini nella maratona, che si classifica dodicesimo e annuncia il ritiro dalle gare. Soddisfazione per la squadra azzurra è stata espressa dal presidente del Coni Gianni Petrucci: «Su 204 paesi siamo arrivati noni». In vetta al medagliere i cinesi, che per la prima volta nella storia dei Giochi superano gli Stati Uniti. Poi Russia e Gran Bretagna. Prossimo appuntamento: Londra 2012.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal