Angiologia

Varici: l’ecodoppler è d’obbligo?

Il dottor Franco Ribero spiega a Diario Salute Tv quando è necessario eseguire l’ecodoppler in caso di problemi venosi

Sì, è sempre necessario effettuare un ecodoppler prima di trattare le varici. L’ecodoppler è uno strumento eccezionale che ci ha permesso, praticamente, di comprendere l’emodinamica venosa – spiega il dottor Franco Ribero, medico chirurgo specializzato in chirurgia vascolare. Quindi, è estremamente utile, anzi, necessario, prima di iniziare qualsiasi trattamento, sottoporsi a un esame doppler.

Patologie più importanti nascoste?
«Anche se la patologia è apparentemente contenuta, cioè vi è la comparsa di piccole vene o capillari sulle gambe, questo non esclude la presenza di una patologia più importante sottostante. Trattare i piccoli vasi senza occuparsi dei problemi che possono dare i vasi maggiori è estremamente errato, in quanto sono terapie che non hanno l’efficacia e il risultato voluto», continua il dottor Ribero.

Perché è necessario eseguire un ecodoppler
«Spesso vediamo che vengono trattate piccole varici e nel giro di pochi mesi o qualche anno vi è la comparsa di nuove piccole vene o, addirittura, un aggravamento di quelle patologie preesistenti. Tutto questo è dovuto alla non corretta diagnosi, in cui è sfuggito sicuramente qualcosa, perché il paziente non si è sottoposto a un esame ecodoppler completo che valuti tutto il sistema venoso profondo e quello superficiale prima di iniziare qualsiasi terapia. Tutto questo anche nel caso in cui il paziente si è rivolto allo specialista a causa di una patologia ‘solamente estetica’. L’ecodoppler va eseguito in tutti i casi», conclude il dottor Ribero.