20 agosto 2019
Aggiornato 05:30
Rimedi estremi a dolori estremi

Ragazza di 24 anni decide di farsi amputare una gamba a pagamento

A causa di un dolore lancinante al ginocchio, che non passa mai, Paige Howitt una ragazza di 24 anni ha preso la disperata decisione di farsi amputare la gamba pagando 9.000 sterline

BIRMINGHAM – Si può arrivare a soffrire così tanto, da non sopportare più il dolore lancinante, che si decide di darci un taglio definitivo – in tutti i sensi. È quanto accade a una ragazza di 24 anni di Birmingham, Paige Howitt (nella foto), che è affetta da una complessa Sindrome da dolore regionale che le provoca un dolore lancinante e continuo al ginocchio sinistro. Per porre fine a questo strazio, lei è disposta a pagare ben 9.000 sterline (il costo della protesi) per farsi amputare la gamba. L’alternativa sarebbe soltanto una camera iperbarica per alleviare il dolore, dal modico costo di 20mila sterline (circa 22.600 euro).

La sua storia
Il suo problema è sorto 7 anni fa, quando si è sottoposta a un intervento chirurgico, andato male, per riallineare le ginocchia quando aveva 17 anni. Da quel momento in poi, per via del grave danno causato ai nervi, il suo ginocchio ha iniziato a fare male e non ha più smesso. Parlando al The Sun della sua condizione e del dolore, Paige ha detto: «Per descriverlo, è come se il mio ginocchio stesse bruciando costantemente al punto come se fossi in fiamme. Ora mentalmente sto molto meglio. È solo che il dolore sta peggiorando e ho pensato di avere sottopormi a un’amputazione. Costerà £ 9.000 per un intervento privato perché il NHS [Servizio Sanitario Nazionale] non tratta la mia condizione». Che le sta intorno cerca di dissuaderla dal ricorrere all’amputazione, anche perché è così giovane. Ma lei ribatte che le persone non conoscono il dolore che lei prova.

La sindrome dolorosa regionale
Questa particolare condizione, chiamata Sindrome da dolore regionale complesso (CRPS) è uno stato scarsamente comprensibile in cui una persona avverte dolore persistente, spiega l’NHS britannico. Sebbene la maggior parte dei casi di CRPS siano scatenati da una lesione, il dolore risultante è molto più grave e duraturo del normale. Il dolore è di solito limitato a un arto, ma a volte può diffondersi in altre parti del corpo. La pelle della parte del corpo interessata può diventare così sensibile che solo un leggero tocco, urto o anche un cambiamento di temperatura possono provocare un dolore intenso. Le aree interessate possono anche gonfiarsi, irrigidirsi o subire variazioni fluttuanti di colore o temperatura. Molti casi di CRPS migliorano gradualmente in una certa misura nel tempo. Tuttavia, alcuni casi di CRPS non scompaiono mai e la persona interessata sperimenterà dolore per molti anni. La causa della CRPS è sconosciuta, ma generalmente si pensa che sia il risultato del fatto che il corpo reagisce in modo anomalo a una ferita. Si pensava che la CRPS fosse una condizione psicosomatica e che i sintomi fossero tutti mentali, ma diversi studi hanno poi smentito questa idea. Il dolore può essere un misto di sensazioni di bruciore, lancinanti o pungenti, ma può anche esserci una sensazione di formicolio e intorpidimento. Si possono sperimentare periodi di dolore della durata di alcuni giorni o settimane, chiamati riacutizzazioni, in cui il dolore peggiora. Lo stress in particolare può portare a riacutizzazioni, motivo per cui le tecniche di rilassamento e l’allenamento consapevole possono essere una parte importante del trattamento della CRPS. È difficile stimare esattamente quanto sia comune la CRPS, poiché molti casi potrebbero non essere diagnosticati o diagnosticati erroneamente. Si stima che ne siano affetti circa 1 persona su 3.800 nel Regno Unito ogni anno. La CRPS può iniziare a qualsiasi età, anche nei bambini, anche se l’età media dell’esordio dei sintomi è di circa 50 anni. Le donne rappresentano circa 3 casi su 4. Per maggiori informazioni si può visitare il sito di IASP, (Associazione internazionale per lo studio del dolore).