24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Allattamento

Donna allatta al seno il figlio di sette anni. Dopo critiche e rimproveri spiega perché lo sta facendo

Una donna di 46 anni allatta il proprio piccolo di sette anni. Tra critiche e pregiudizi spiega ai media perché lo sta facendo

Bambino di sette anni allattato al seno - foto rappresentativa
Bambino di sette anni allattato al seno - foto rappresentativa Shutterstock

Tutti sappiamo che l’allattamento prolungato offre numerosi benefici per i bambini e per le mamme. Tuttavia, generalmente si arriva a un massimo di due anni. Una donna di Adelaide, invece, sta allattando il suo piccolo ancora oggi, nonostante abbia già compiuto sette anni. Inutile dire che sono molte le persone che la criticano e che la giudicano negativamente. Prima che lo facciano anche altri, però, è importante comprendere le motivazioni della sua scelta.

Critiche a non finire
Il suo nome è Lisa Bridger, è una donna di 46 anni che vive ad Adelaide (Australia). Sicuramente è una mamma come tutte le altre se non fosse per un motivo: allatta ancora Chase, il figlio di sette anni. Tra le varie critiche che ha avuto, c’è ne è stata una piuttosto recente che si è verificata mentre si trovava in vacanza nel Regno Unito. In quel momento si è avvicinata una persona che ha dichiarato di essere un’assistente sociale. Lisa è stata accusata persino di abuso di minori. Di contro, molte altre mamme le hanno fatto i complimenti.

Perché allatta un bambino di sette anni?
Lisa ha spiegato che sta ancora allattando Chase, di sette anni, e il fratellino Phoenix di quattro perché entrambi hanno l’autismo. Tutti e due sembrano beneficiare fortemente di questa pratica. «Lo aiuta a star meglio dopo un crollo. Ha notevoli benefici per la salute sia per lui che per me ed è normale e naturale. Seguo semplicemente il suo esempio».

Tutto è iniziato quando erano piccoli
La mamma ha raccontato al Daily Mail che il piccolo Chase aveva un comportamento anomalo fin dai primissimi mesi. «Ho iniziato a notare che si sarebbe comportato in modo leggermente diverso rispetto agli altri bambini di sei mesi. Non voleva rimanere nella carrozzina, non amava le coccole... ma l’unica cosa che lo faceva stare bene era l’allattamento», ha spiegato. «Quando erano piccoli li allattavo ogni due ore, ma adesso solo prima di andare a dormire. Chase è molto dolce, ha solo bisogno di sicurezza». In realtà Lisa ha detto che raramente allatta Chase in pubblico ma può capitare che in alcuni momenti Chase ne senta davvero il bisogno e lei lo fa senza problemi. D’altronde tutti sappiamo che l’amore di una mamma è unico e senza limiti: «Qualche volta li vorrei mandare via, ma è come dire no a un abbraccio. Quando vengono da me e chiedono gentilmente come faccio a dire di no?», conclude Lisa.