15 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Fake News

Fake News: 150 bufale smascherate sul sito dell’ISS

Il nuovo portale dell’ISS contiene le 150 bufale più comuni in fatto di salute. Eccone alcune

Sempre più persone si affidano a dottor Google per cercare informazioni riguardanti la propria salute e aspetti che il proprio medico curante non approfondisce. Il sistema, infatti, è saturo e di conseguenza il tempo che il dottore dedica ai propri pazienti è davvero ridotto all’osso. Forse anche per questo motivo aleggia nell’aria un senso di sfiducia totale nel personale sanitario. L’effetto collaterale di tutto ciò è che la maggior parte delle persone – malate o meno – si affidano al web per capirne di più. Ma la rete internet è costellata di notizie imprecise o addirittura fake news. Ed è proprio su questo fronte che interviene il nuovo portale dell’Istituto Superiore della Sanità, sito in cui vengono smascherate ben 150 bufale in fatto di salute.

Troppe bufale!
Un italiano su tre – riporta un’indagine del Censis – naviga in rete alla ricerca di informazioni sulla propria salute. Ma come abbiamo visto negli ultimi mesi, spesso ci si affida a fonti non proprio scientifiche o imprecise rischiando di cadere nella fitta rete delle fake news. E i vaccini – che recentemente hanno portato un grande scompiglio nelle famiglie italiane - ne sono un esempio. Ecco perché il portale dell’Istituto Superiore della Sanità ha riportato 150 bufale comuni, suddivise per argomento: alimentazione, farmaci, infanzia, migranti, attività fisica, gli screening, la salute mentale, la ricerca, il fumo e le droghe, la sessualità, i trapianti e la donazione, i vaccini, la malasanità, internet e la salute della donna.

Sempre aggiornato
Il portale è sempre aggiornato sulle bufale che vanno più in voga al momento. Per esempio, non è mai stato dimostrato che lo zucchero di canna sia migliore di quello bianco. La scienza, infatti, oggi sa che entrambi contengono perlopiù saccarosio e che il processo di raffinazione non danneggia il prodotto in alcun modo. Un’altra vecchia credenza è quella che mangiare più spinaci serva per le persone che soffrono di carenza di ferro. Ma la verità è che il minerale presente all’interno del vegetale non è facilmente assimilabile dall’organismo.

  • Le bufale più comuni
  • Le medicina alternative sono più sicure ed efficaci
  • Il sole abbassa la pressione e quindi si può smettere di prendere farmaci
  • Le cure per i tumori esistono ma ci vengono nascoste
  • I vaccini fanno venire l’autismo
  • I farmaci servono ad arricchire le case farmaceutiche

In campo contro le fake news
«Scendiamo in campo contro le bufale online - spiega Walter Ricciardi, presidente dell’Iss -. Vogliamo offrire ai cittadini che sempre più spesso consultano il web per motivi di salute, trovando tutto e il contrario di tutto, un approdo sicuro, un punto di riferimento rigoroso e autorevole».