Salute | Influenza stagionale

Influenza, soltanto in Piemonte 83mila persone colpite nell'ultima settimana

Il dato piemontese risultato superiore alla media nazionale. E il picco deve ancora arrivare

Influenza
Influenza (Marcos Mesa Sam Wordley | shutterstock.com)

TORINO – Nonostante si dica che il picco influenzale debba ancora arrivare, in Piemonte l'influenza ha dato scatto. Sono infatti 83mila i piemontesi colpiti in una sola settimana dall'influenza, con una incidenza di 18,7 casi su 1.000 assistiti, mentre da inizio stagione a oggi sono stati 300mila gli influenzati in Piemonte. Lo dicono i dati del SeReMi, il Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive, che ha precisato che quella della scorsa settimana è stata l'incidenza più alta, anche rispetto alla media nazionale (13,11 casi ogni 1.000 assistiti). Il numero di piemontesi che si sono vaccinati è in linea con quello della scorsa stagione e si attesta a 616mila.

L'incidenza nelle diverse fasce d'età
Il numero di casi di influenza è in diminuzione nella fascia pediatrica da 0 a 14 anni, con un'incidenza settimanale di 22 casi per 1.000 assistiti. In aumento nelle persone fra i 15 e i 64 anni (i casi sono 20 per 1.000 assistiti) e soprattutto negli fascia degli ultrasessantacinquenni (13 casi per 1.000 assistiti). Si stima che si siano verificati, nella prima settimana del 2018, 12.000 casi nell'età pediatrica, 56.000 casi tra i 15 e i 64 anni, 15.000 casi tra le persone con più di 65 anni di età.