Bambini vittime di violenze sessuali

Abusi e violenza sui minori, all'Italia l'umiliante primato

Ogni giorno in Italia i bambini sono vittime di abusi e violenze sessuali. Un triste primato che fa del nostro Paese uno tra i più degradati in Europa. I numeri della brutalità

Violenza sui minori
Violenza sui minori (Luis Louro | shutterstock.com)

ROMA – Sono più di 2 bambini al giorno che in Italia rimangono vittime di abusi e violenza sessuale, che in un anno divengono circa 1.000. Un numero impressionante, vergognoso, che fa dell’Italia un Paese dove nell’ultimo decennio i bambini sono sempre meno sicuri e a rischio. Secondo le stime – approssimative e sicuramente sottostimate, poiché non tutti gli abusi vengono denunciati – nel 2016 si sono registrati 5.383 reati sessuali ai danni di minori, segnando un +6% rispetto al 2015. I dati sono riportati nel dossier realizzata da Terre del Hommes per la Campagna Indifesa. La relazione è stata presentata ieri alla presenza del presidente del Senato, Pietro Grasso.

Le vittime predilette
Le piccole vittime di abusi e violenze sessuali sono in prevalenza femmine. Le stime parlano di una media del 58% nel 2016. Tuttavia, la percentuale aumenta in tutti i reati a sfondo sessuale. Nello specifico, le bambine rappresentano l’83% delle vittime di violenze sessuali aggravate e l’82% dei minori fatti entrare a forza nell’entourage della produzione di materiale pornografico. Per il 78% delle femmine il reato di cui sono vittime è la corruzione di minorenne, che consiste nel costringere bambine al di sotto dei 14 anni ad assistere ad atti sessuali.

C’è anche la morte che le aspetta
Il lato più oscuro e brutale delle violenze sessuali a cui sono sottoposti i minori è quello degli omicidi volontari. Secondo i dati, questi reati sono più che raddoppiati in un anno, passando da 13 a 21. Le vittime, nel 62% dei casi era una bambina o un’adolescente. Un fenomeno inquietante che dimostra come il degrado morale possa avere lati ancora più raccapriccianti.

La violenza domestica
La maggioranza dei reati contro i minori si consuma tra le mura domestiche. Il dossier mostra come nel 2016 siano state ben 1.618 le vittime di maltrattamento in famiglia. Ancora una volta la maggioranza sono femmine (il 51%), con un incremento del 12% rispetto all’anno precedente. Cresciuto del 23% anche il numero di bambini vittime di abuso di ‘mezzi di correzione’ o disciplina che nel 2016 arrivano a essere 266. Sono tutti quei casi segnalati di bambini presi a botte fino ad andare in ospedale e arrivare a una denuncia.

Qualche segno in meno
Il dossier segnala tuttavia che un piccolo segno in meno c’è stato rispetto al 2015. Per esempio calano dell’11% i reati sessuali contro i minori di 14 anni, dove però le vittime sono ancora 366. Anche in questo caso l’80% sono femmine. La detenzione di materiale pornografico segna un -12%, con 58 vittime nel 2016, di cui il 76% sono femmine. In conclusione, gli abusi e le violenze sono purtroppo sempre all’ordine del giorno.